Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • Testo vigente
    • EPIGRAFE

      Codice di procedura penale, approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447 (1).

      (1) Il D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447, pubblicato nel...



    • ARTICOLO N.495

      Provvedimenti del giudice in ordine alla prova.


    • 1. Il giudice, sentite le parti, provvede con ordinanza [586] all'ammissione delle prove a norma degli articoli 190, comma 1, e 190-bis. Quando è stata ammessa l'acquisizione di verbali di prove di altri procedimenti [238], il giudice provvede in ordine alla richiesta di nuova assunzione della stessa prova [147-bis 2 att.] solo dopo l'acquisizione della documentazione relativa alla prova dell'altro procedimento [468 4-bis] (1).

      2. L'imputato ha diritto all'ammissione delle prove indicate a discarico sui fatti costituenti oggetto delle prove a carico; lo stesso diritto spetta al pubblico ministero in ordine alle prove a carico dell'imputato sui fatti costituenti oggetto delle prove a discarico [468 4, 606 1d].

      3. Prima che il giudice provveda sulla domanda, le parti hanno facoltà di esaminare i documenti [234 s.] di cui è chiesta l'ammissione.

      4. Nel corso dell'istruzione dibattimentale [496 s.], il giudice decide con ordinanza [586] sulle eccezioni proposte dalle parti in ordine alla ammissibilità delle prove [240-bis coord.]. Il giudice, sentite le parti, può revocare con ordinanza l'ammissione di prove che risultano superflue o ammettere prove già escluse [190, 190-bis, 509].

      4-bis. Nel corso dell'istruzione dibattimentale ciascuna delle parti può rinunziare, con il consenso dell'altra parte, all'assunzione delle prove ammesse a sua richiesta (2).

      (1) Comma così modificato dal d.l. 8 giugno 1992, n. 306, conv., con modif., nella l. 7 agosto 1992, n. 356.

      (2)...

    please wait

    Caricamento in corso...