Rivista trimestrale di diritto e procedura civile

Accedi all'ultimo numero della rivista

Rivista trimestrale di diritto e procedura civile

fasc. 02,15 LUGLIO 2019

Ragionare di diritto, oggi

Sommario: Sommario: 1. Ragionare e discorrere. Il ragionamento giuridico nello Stato liberale e nei moderni ordinamenti costituzionali. Lex e voluntas nell’ottica della razionalità. La ragione come strumento per fondare un risultato di giustizia. — 2. Dal diritto come struttura al diritto come progetto. La varietà dei significati del termine « ragione ». La ragione come essenza della giuridicità. — 3. L’argomentazione quale momento di saldatura tra positività e giustizia. Il diritto come attuazione della giustizia sulla base di un ragionamento razionalmente condivisibile. Il superamento, nella discorsività della ragione, di ogni dimensione impositiva del diritto. I principî ed il loro fondamento costituzionale. — 4. Superamento, nel costituzionalismo moderno, dell’alternativa diritto positivo-diritto naturale. Il punto d’incontro nella razionalità della storia. — 5. Il rapporto giustizia-ragione e il ruolo della persuasività dell’argomentazione. La connessione delle conclusioni argomentative con l’esperienza, nell’ottica di una tendenziale universalizzazione. Applicazione del diritto e analogia. Ragione e diritto nella stagione del postmoderno. I limiti di tempo e di luogo di ciò che viene considerato come razionale e la sua verificabilità. — 6. Il principio di ragionevolezza nella giurisprudenza della Corte costituzionale. Le difficoltà della cultura giuridica a misurarsi con indici non riconducibili a paradigmi normativi. — 7. Il ruolo centrale della motivazione delle decisioni. Il ragionamento per principî e la logica del ragionevole. La sua essenzialità nella crisi dello Stato. Principio di ragione e principio di giustizia. — 8. Ragionevolezza e categorie giuridiche. Ragionevolezza e certezza del diritto. Ancora su ragionevolezza e persuasività. Il controllo delle decisioni giudiziali. — 9. Ragionare di diritto, oggi. Potere e ragione. Il senso della giustificazione. Nel segno dei principî costituzionali la moralità come modalità di attuazione del diritto.
Testo:

1. — Nel linguaggio corrente ragionare equivale a discorrere e comunque l’uso del termine suppone un procedimento argomentativo attraverso il quale si deduca, dimostri, sostenga qualcosa partendo da un dato...

please wait

Caricamento in corso...