Titolo

Fascicoli

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

Annate arretrate

Rivista Italiana di Medicina Legale e del Diritto in campo sanitario

Rivista: Rivista Italiana di Medicina Legale (e del Diritto in campo sanitario)
Anno: 2019
Fascicolo: n. 1
Editore: Giuffrè Francis Lefebvre
ISSN: 1124-3376
Autori: Cembrani Fabio, Castellani Marta, Piva Giovanna
Titolo: LA VALUTAZIONE DEL DANNO FUNZIONALE PERMANENTE IN ETÀ EVOLUTIVA
Pagine: pp. 123-131

Gli Autori, dopo aver passato in rassegna la stratificazione delle norme italiane che disciplinano l’erogazione delle prestazioni economiche previste a favore dei minorenni disabili, presentano una nuova proposta valutativa elaborata sulla base dei criteri funzionali previsti dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. E rimarcano l’importanza del danno funzionale e di un rigore metodologico che non deve cedere alle lusinghe degli automatismi valutativi.

LA VALUTAZIONE DEL DANNO FUNZIONALE PERMANENTE IN ETÀ EVOLUTIVA


1) Così Guarino M., www.itinerariprevidenziali.it del 14 febbraio 2019.
2) Si veda Norelli GA. L’assegno e l’indennità di accompagnamento, Arch. Med. Leg. Ass., 1988; 10: 14-23. Si veda, anche, Martini M. e Mattioli MR., L’invalidità civile: aspetti medico-legali e giuridici, Noceto (Parma), 1987.
3) Ci si permetta di rinviare il Lettore a Cembrani F., Castellani M., Piva, G., Odorizzi F., Sipala S., De Leo D., Il danno funzionale permanente (...) questo territorio sconosciuto e non più frequentato, Riv. It. Med. Leg. 2018; 3: 1223-1232.
4) Così Santosuosso A., Diritto, scienza, nuove tecnologie, Padova, 2016.
5) Si veda Cembrani F, Castellani M, Ciraolo G. Il programma di azione biennale sulle politiche per la disabilità (D.P.R. 4 ottobre 2013): proviamo a dare un contenuto pratico alle poche e confuse idee, in Ragiusan, 2014, n. 367/368 - novembre/dicembre 2014, 282-289.
6) Su questa idea si veda Llosa V.La civiltà dello spettacolo, Torino, 2013.
7) Difficile è stato per noi dare contenuti a quell’attività indicata nel controllo degli sfinteri perché, nell’ICF-CY, essa non è assunta al rango di attività corporea autonoma essendo considerata nell’attività che esplora la cura della persona. Difficile è stato anche dare contenuti all’attività inerente la scolarizzazione visto il suo carattere obbligatorio italiano che mal si presta all’idea di dare un peso di gravità al rendimento scolastico.
1) Così Guarino M., www.itinerariprevidenziali.it del 14 febbraio 2019.
2) Si veda Norelli GA. L’assegno e l’indennità di accompagnamento, Arch. Med. Leg. Ass., 1988; 10: 14-23. Si veda, anche, Martini M. e Mattioli MR., L’invalidità civile: aspetti medico-legali e giuridici, Noceto (Parma), 1987.
3) Ci si permetta di rinviare il Lettore a Cembrani F., Castellani M., Piva, G., Odorizzi F., Sipala S., De Leo D., Il danno funzionale permanente (...) questo territorio sconosciuto e non più frequentato, Riv. It. Med. Leg. 2018; 3: 1223-1232.
4) Così Santosuosso A., Diritto, scienza, nuove tecnologie, Padova, 2016.
5) Si veda Cembrani F, Castellani M, Ciraolo G. Il programma di azione biennale sulle politiche per la disabilità (D.P.R. 4 ottobre 2013): proviamo a dare un contenuto pratico alle poche e confuse idee, in Ragiusan, 2014, n. 367/368 - novembre/dicembre 2014, 282-289.
6) Su questa idea si veda Llosa V.La civiltà dello spettacolo, Torino, 2013.
7) Difficile è stato per noi dare contenuti a quell’attività indicata nel controllo degli sfinteri perché, nell’ICF-CY, essa non è assunta al rango di attività corporea autonoma essendo considerata nell’attività che esplora la cura della persona. Difficile è stato anche dare contenuti all’attività inerente la scolarizzazione visto il suo carattere obbligatorio italiano che mal si presta all’idea di dare un peso di gravità al rendimento scolastico.
please wait

Caricamento in corso...