Rivista Italiana di Medicina Legale e del Diritto in campo sanitario

Rivista: Rivista Italiana di Medicina Legale (e del Diritto in campo sanitario)
Anno: 2019
Fascicolo: n. 3
Editore: Giuffrè Francis Lefebvre
ISSN: 1124-3376
Autori: Sanavio Matteo, Tozzo Pamela, Caenazzo Luciana
Titolo: IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DA PARTE DEL CONSULENTE/PERITO ALLA LUCE DEL GDPR 679/2016
Pagine: pp. 859-862
Keywords: GDPR, e-Privacy, consulente medico-legale, Garante della protezione dei dati

La scoperta di tecnologie sempre più “intelligenti” e alla portata di tutti, ha rivoluzionato, negli ultimi decenni, le modalità comunicative e di trasmissione dei dati in formato digitale, ma, d’altra parte, ha anche reso estremamente difficile, se non impossibile, imporre un qualche tipo di controllo sugli stessi all’interno della rete web.

Per tali ragioni, il Garante Europeo della Protezione dei dati ha ravvisato la necessità di rinnovare l’impianto normativo entrato in vigore all’inizio del nuovo millennio, al fine di tutelare e regolamentare maggiormente la Privacy in formato elettronico (“e-Privacy”). Tali disposizioni sono state successivamente recepite anche a livello nazionale con l’introduzione di un nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR n. 679/2016 entrato in vigore nel maggio 2018) e l’aggiornamento del D. Legislativo n. 196/2003.

Il presente elaborato nasce quindi dalla volontà di evidenziare le lecite modalità di trattamento dei dati personali in ambito sanitario, scientifico e giudiziario, ed in particolare nei casi in cui il medico legale svolga il ruolo di consulente tecnico o di perito ausiliario del Giudice o del Pubblico Ministero. A tal fine, saranno pertanto esposte le “pseudo-sconosciute” linee guida emanate dal Garante nel 2008 su questa tematica e si procederà ad un confronto con le normative di recente emanazione, sottolineando le sempre maggiori difficoltà del Garante nel regolamentare la materia e le limitazioni che incombono sull’espletamento delle funzioni consulenziali e/o peritali.

IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DA PARTE DEL CONSULENTE/PERITO ALLA LUCE DEL GDPR 679/2016


1) D. Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materiale di protezione dei dati personali”. Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 174 del 29 luglio 2003 - Supplemento Ordinario n. 123.
2) Regolamento (Ue) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati).
3) Rettifica del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati) (Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 119 del 4 maggio 2016).
4) Linee guida in materia di trattamento di dati personali da parte dei consulenti tecnici e dei periti ausiliari del giudice e del pubblico ministero Gazzetta Ufficiale n. 178 del 31 luglio 2008.
5) Regole deontologiche relative ai trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive o per fare valere o difendere un diritto in sede giudiziaria pubblicate ai sensi dell’art. 20, comma 4, del d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101 - 19 dicembre 2018.
6) Guida all’applicazione del Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali. Edizione aggiornata febbraio 2018.
7) Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” integrato con le modifiche introdotte dal D. Legislativo 10 agosto 2018, n. 101, recante “Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati)” (in Gazzetta Ufficiale 4 settembre 2018 n. 205).
1) D. Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materiale di protezione dei dati personali”. Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 174 del 29 luglio 2003 - Supplemento Ordinario n. 123.
2) Regolamento (Ue) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati).
3) Rettifica del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati) (Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 119 del 4 maggio 2016).
4) Linee guida in materia di trattamento di dati personali da parte dei consulenti tecnici e dei periti ausiliari del giudice e del pubblico ministero Gazzetta Ufficiale n. 178 del 31 luglio 2008.
5) Regole deontologiche relative ai trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive o per fare valere o difendere un diritto in sede giudiziaria pubblicate ai sensi dell’art. 20, comma 4, del d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101 - 19 dicembre 2018.
6) Guida all’applicazione del Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali. Edizione aggiornata febbraio 2018.
7) Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” integrato con le modifiche introdotte dal D. Legislativo 10 agosto 2018, n. 101, recante “Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati)” (in Gazzetta Ufficiale 4 settembre 2018 n. 205).
please wait

Caricamento in corso...