Titolo

Fascicoli

2019

2018

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

Annate arretrate

Rivista Italiana di Medicina Legale e del Diritto in campo sanitario

Rivista: Rivista Italiana di Medicina Legale (e del Diritto in campo sanitario)
Anno: 2020
Fascicolo: n. 2
Editore: Giuffrè Francis Lefebvre
ISSN: 1124-3376
Autori: Poli Francesca, Volpini Sara, Minarini Andrea
Titolo: FOCUS ON COVID-19 IL LAVORO AGILE IN MEDICINA LEGALE DURANTE E DOPO LA PANDEMIA COVID-19
Pagine: pp. 940-938
Keywords: lavoro agile, smart working, COVID-19, prevenzione del contagio, organizzazione del lavoro

Il recente decreto-legge « Cura Italia » ha definito il lavoro agile, anche detto smart working, la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni, fra cui il Servizio Sanitario Nazionale. Il ricorso allo smart working in sanità sta rappresentando una soluzione salvifica nella pandemia attuale, perché è l’unica soluzione lavorativa che permette il distanziamento sociale – fondamentale per prevenire la diffusione del contagio (traducibile anche in termini di vite umane) sia fra gli operatori sanitari sia fra i pazienti – e permette, al contempo, di proseguire l’attività lavorativa, evitando il blocco totale di interi reparti ospedalieri durante l’emergenza. La pandemia sta così permettendo di superare la storica inerzia della diffusione dello smart working in sanità. Come per altri settori della medicina, anche l’attività medico-legale nelle Unità Operative aziendali può essere svolta, almeno in parte, in modalità di smart working, anche grazie alle nuove tecnologie, ma questo richiede serie riflessioni in merito a cosa possa essere fatto in smart working e cosa no, nonché « sperimentazioni » pratiche di cui valutare i risultati. In mancanza di sostanziali modelli precedenti, lo smart working in sanità, incluse le medicine legali aziendali, è infatti declinato in modo variabile e disomogeneo, e resta un approccio lavorativo ancora considerato con un certo pregiudizio. L’attuale « sperimentazione », impartita forzatamente e a caro prezzo dalla pandemia, non deve essere vanificata: sarebbe cioè auspicabile che a fianco agli innegabili benefici dello smart working per la prevenzione del contagio e per la protezione dei soggetti più fragili, si cominciassero a fare riflessioni su vantaggi e difetti di questo nuovo approccio lavorativo in ambito sanitario, e in particolare in medicina legale, al di là della pandemia, valutandone l’impatto in termini di qualità e quantità di risultati e del carico di lavoro rispetto al modo di lavorare tradizionale.

FOCUS ON COVID-19 IL LAVORO AGILE IN MEDICINA LEGALE DURANTE E DOPO LA PANDEMIA COVID-19


*) Corresponding Author: Dott.ssa Francesca Poli, polifrancesca@hotmail.com.
1) D.l. n. 18/2020 recante Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19; successivamente convertito, con modificazioni, nella n. 27/2020.
2) Dopo un periodo di incertezza, il gruppo Incipit presso l’Accademia della Crusca, ha accolto « lavoro agile » quale perfetto equivalente di « smart working ». Disponibile su: https://accademiadellacrusca.it/it/contenuti/gruppo-incipit-presso-laccademia-della-crusca-accogliamo-con-piacere-il-lavoro-agile/6124. Visionato il 04/06/2020.
3) D.l.165/2001 recante Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche: « Per amministrazioni pubbliche si intendono tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi [...] le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale ».
4) Disponibile su: https://www.who.int/news-room/detail/03-03-2020-shortage-of-personal-protective-equipment-endangering-health-workers-worldwide. Visionato il 17/05/2020.
5) Disponibile su: https://video.corriere.it/esteri/coronavirus-oms-la-carenza-dispositivi-protezione-minaccia-piu-urgente/4603eacc-7070-11ea-82c1-be2d421e9f6b?refresh_ce-cp. Visionato il 17/05/2020.
6) Disponibile su: https://portale.fnomceo.it/elenco-dei-medici-caduti-nel-corso-dellepidemia-di-covid-19/ aggiornato al 05/05/2020. Visionato il 17/05/2020.
7) Disponibile su: https://www.assocarenews.it/infermieri/coronavirus-ecco-tutti-gli-infermieri-deceduti-per-covid-19 aggiornato all’01/05/2020. Visionato il 17/05/2020.
8) L. n. 81/2017 recante Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato.
9) Disponibile su: www.osservatori.net.Visionato il 17/05/2020. Il Responsabile scientifico dell’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano, sostiene che i benefici economico-sociali potenziali dell’adozione di modelli di lavoro agile sono enormi: « Si può stimare un incremento di produttività del 15% per lavoratore, una riduzione del tasso di assenteismo pari al 20%, risparmi del 30% sui costi di gestione degli spazi fisici per quelle iniziative che portano a un ripensamento degli spazi di lavoro e un miglioramento dell’equilibrio fra lavoro e vita privata per circa l’80% dei lavoratori ».
10) Artt. 18-23, l. n. 81/2017, Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato. Il decreto Cura Italia ha modificato tale legge, con particolare riferimento alla possibilità di prescindere dagli obblighi informativi del datore di lavoro, dagli accordi individuali e dalla fornitura di strumenti informatici al lavoratore, che quindi può utilizzare i propri. Tali modifiche non mancano di far emergere criticità di vario ordine, che esulano dei fini della presente trattazione.
11) Disponibile su: http://www.imperial.ac.uk/mrc-global-infectious-disease-analysis/covid-19/report-3-transmissibility-of-covid-19/. Visionato il 17/05/2020.
12) Lai S, Ruktanonchai NW, Zhou L, et al. Effect of non-pharmaceutical interventions to contain COVID-19 in China. Nature. 2020: « Se in Cina gli interventi cosiddetti non farmacologici [fra cui il distanziamento sociale, N.d.AA.] fossero stati intrapresi una, due o tre settimane prima, il numero di casi avrebbe potuto essere enormemente ridotto rispettivamente del 66% (IQR 50% - 82%), 86% (81%-90%), o del 95% (93%-97%). Le aree geografiche interessate si sarebbero ridotte da 308 a 192, 130, e 61 città. Di converso, se tali interventi fossero stati intrapresi una, due o tre settimane dopo, I casi avrebbero mostrato un incremento rispettivamente di 3 (IQR 2 - 4), 7 (5-10), o 18 volte (11-26) ».
13) Disponibile su: https://www.internazionale.it/notizie/erin-bromage/2020/05/15/rischi-contagio-conoscerli-evitarli. Visionato il 17/05/2020.
14) Disponibile su: https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/hcp/respirators-strategy/index.html, update del 2 aprile 2020. Visionato il 17/05/2020. « Controlling exposures to occupational hazards is a fundamental way to protect personnel. Conventionally, a hierarchy has been used to achieve feasible and effective controls. Multiple control strategies can be implemented concurrently and or sequentially ».
15) Art. 1, co. 1, dPCM n. 59/2020.
16) Disponibile su: https://www.bva-doxa.com/impatti-della-diffusione-del-covid-19-sulle-aziende-italiane/. Visionato il 17/05/2020.
17) Disponibile su: http://www.senioritalia.it/2019/04/smart-working-sanit-punto-evento-senato/. Visionato il 17/05/2020.
18) Disponibile su: https://telelavoratricefelice.wordpress.com/2019/03/07/smart-working-in-sanita/. Visionato il 17/05/2020.
19) Ibid.
20) Disponibile su: https://www.who.int/news-room/commentaries/detail/female-health-workers-drive-global-health. Visionato il 17/05/2020.
21) Harper CA, Satchell LP, Fido D, et al. Functional Fear Predicts Public Health Compliance in the COVID-19 Pandemic. Int J Ment Health Addict. 2020;1‐14.
22) Nel momento in cui scriviamo stiamo infatti già sperimentando le contraddizioni della cosiddetta fase 2, benché sia opportuno ricordare che le indicazioni governative per lo smart working continuano a essere pienamente in vigore.
23) Vedi messaggio Hermes n. 1389 del 27 marzo 2020. Disponibile su:http://lamedicinafiscale.it/covid-attivita-delle-uo-medico-legali-inps-in-modalita-smart-working/. Visionato il 17/05/2020. La redazione di un verbale su atti è consentita in caso di applicabilità del D.M. 2 agosto 2007 ai fini di quanto previsto dall’art. 6, co. 3, l. n. 80/2006 e dall’art. 25 co. 7 e 8, l. n. 114/2014, o in caso di decesso del richiedente; è possibile, inoltre, redigere verbali su atti anche per le altre tipologie di istanze in presenza di documentazione sanitaria che consenta una valutazione obiettiva di invalidità/handicap/disabilità/cecità/sordità).
24) Disponibile su: https://www.istat.it/it/files//2020/05/Rapporto_Istat_ISS.pdf. Visionato il 17/05/2020.
25) È di queste settimane l’intenso dibattito sulla liceità e sulla sicurezza dei collegamenti telematici per le attività parlamentari a livello sia nazionale sia europeo, nonché sullo svolgimento delle udienze in ambito civile e penale, a seguito del d.l. n.18/2020 cosiddetto Cura Italia (convertito in legge in maggio 2020).
*) Corresponding Author: Dott.ssa Francesca Poli, polifrancesca@hotmail.com.
1) D.l. n. 18/2020 recante Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19; successivamente convertito, con modificazioni, nella n. 27/2020.
2) Dopo un periodo di incertezza, il gruppo Incipit presso l’Accademia della Crusca, ha accolto « lavoro agile » quale perfetto equivalente di « smart working ». Disponibile su: https://accademiadellacrusca.it/it/contenuti/gruppo-incipit-presso-laccademia-della-crusca-accogliamo-con-piacere-il-lavoro-agile/6124. Visionato il 04/06/2020.
3) D.l.165/2001 recante Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche: « Per amministrazioni pubbliche si intendono tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi [...] le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale ».
4) Disponibile su: https://www.who.int/news-room/detail/03-03-2020-shortage-of-personal-protective-equipment-endangering-health-workers-worldwide. Visionato il 17/05/2020.
5) Disponibile su: https://video.corriere.it/esteri/coronavirus-oms-la-carenza-dispositivi-protezione-minaccia-piu-urgente/4603eacc-7070-11ea-82c1-be2d421e9f6b?refresh_ce-cp. Visionato il 17/05/2020.
6) Disponibile su: https://portale.fnomceo.it/elenco-dei-medici-caduti-nel-corso-dellepidemia-di-covid-19/ aggiornato al 05/05/2020. Visionato il 17/05/2020.
7) Disponibile su: https://www.assocarenews.it/infermieri/coronavirus-ecco-tutti-gli-infermieri-deceduti-per-covid-19 aggiornato all’01/05/2020. Visionato il 17/05/2020.
8) L. n. 81/2017 recante Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato.
9) Disponibile su: www.osservatori.net.Visionato il 17/05/2020. Il Responsabile scientifico dell’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano, sostiene che i benefici economico-sociali potenziali dell’adozione di modelli di lavoro agile sono enormi: « Si può stimare un incremento di produttività del 15% per lavoratore, una riduzione del tasso di assenteismo pari al 20%, risparmi del 30% sui costi di gestione degli spazi fisici per quelle iniziative che portano a un ripensamento degli spazi di lavoro e un miglioramento dell’equilibrio fra lavoro e vita privata per circa l’80% dei lavoratori ».
10) Artt. 18-23, l. n. 81/2017, Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato. Il decreto Cura Italia ha modificato tale legge, con particolare riferimento alla possibilità di prescindere dagli obblighi informativi del datore di lavoro, dagli accordi individuali e dalla fornitura di strumenti informatici al lavoratore, che quindi può utilizzare i propri. Tali modifiche non mancano di far emergere criticità di vario ordine, che esulano dei fini della presente trattazione.
11) Disponibile su: http://www.imperial.ac.uk/mrc-global-infectious-disease-analysis/covid-19/report-3-transmissibility-of-covid-19/. Visionato il 17/05/2020.
12) Lai S, Ruktanonchai NW, Zhou L, et al. Effect of non-pharmaceutical interventions to contain COVID-19 in China. Nature. 2020: « Se in Cina gli interventi cosiddetti non farmacologici [fra cui il distanziamento sociale, N.d.AA.] fossero stati intrapresi una, due o tre settimane prima, il numero di casi avrebbe potuto essere enormemente ridotto rispettivamente del 66% (IQR 50% - 82%), 86% (81%-90%), o del 95% (93%-97%). Le aree geografiche interessate si sarebbero ridotte da 308 a 192, 130, e 61 città. Di converso, se tali interventi fossero stati intrapresi una, due o tre settimane dopo, I casi avrebbero mostrato un incremento rispettivamente di 3 (IQR 2 - 4), 7 (5-10), o 18 volte (11-26) ».
13) Disponibile su: https://www.internazionale.it/notizie/erin-bromage/2020/05/15/rischi-contagio-conoscerli-evitarli. Visionato il 17/05/2020.
14) Disponibile su: https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/hcp/respirators-strategy/index.html, update del 2 aprile 2020. Visionato il 17/05/2020. « Controlling exposures to occupational hazards is a fundamental way to protect personnel. Conventionally, a hierarchy has been used to achieve feasible and effective controls. Multiple control strategies can be implemented concurrently and or sequentially ».
15) Art. 1, co. 1, dPCM n. 59/2020.
16) Disponibile su: https://www.bva-doxa.com/impatti-della-diffusione-del-covid-19-sulle-aziende-italiane/. Visionato il 17/05/2020.
17) Disponibile su: http://www.senioritalia.it/2019/04/smart-working-sanit-punto-evento-senato/. Visionato il 17/05/2020.
18) Disponibile su: https://telelavoratricefelice.wordpress.com/2019/03/07/smart-working-in-sanita/. Visionato il 17/05/2020.
19) Ibid.
20) Disponibile su: https://www.who.int/news-room/commentaries/detail/female-health-workers-drive-global-health. Visionato il 17/05/2020.
21) Harper CA, Satchell LP, Fido D, et al. Functional Fear Predicts Public Health Compliance in the COVID-19 Pandemic. Int J Ment Health Addict. 2020;1‐14.
22) Nel momento in cui scriviamo stiamo infatti già sperimentando le contraddizioni della cosiddetta fase 2, benché sia opportuno ricordare che le indicazioni governative per lo smart working continuano a essere pienamente in vigore.
23) Vedi messaggio Hermes n. 1389 del 27 marzo 2020. Disponibile su:http://lamedicinafiscale.it/covid-attivita-delle-uo-medico-legali-inps-in-modalita-smart-working/. Visionato il 17/05/2020. La redazione di un verbale su atti è consentita in caso di applicabilità del D.M. 2 agosto 2007 ai fini di quanto previsto dall’art. 6, co. 3, l. n. 80/2006 e dall’art. 25 co. 7 e 8, l. n. 114/2014, o in caso di decesso del richiedente; è possibile, inoltre, redigere verbali su atti anche per le altre tipologie di istanze in presenza di documentazione sanitaria che consenta una valutazione obiettiva di invalidità/handicap/disabilità/cecità/sordità).
24) Disponibile su: https://www.istat.it/it/files//2020/05/Rapporto_Istat_ISS.pdf. Visionato il 17/05/2020.
25) È di queste settimane l’intenso dibattito sulla liceità e sulla sicurezza dei collegamenti telematici per le attività parlamentari a livello sia nazionale sia europeo, nonché sullo svolgimento delle udienze in ambito civile e penale, a seguito del d.l. n.18/2020 cosiddetto Cura Italia (convertito in legge in maggio 2020).
please wait

Caricamento in corso...