Rivista Italiana di Medicina Legale e del Diritto in campo sanitario

Rivista: Rivista Italiana di Medicina Legale (e del Diritto in campo sanitario)
Anno: 2019
Fascicolo: n. 3
Editore: Giuffrè Francis Lefebvre
ISSN: 1124-3376
Autori: Giuseppe Ruello
Titolo: Danno esistenziale e danno morale: una visione d’insieme tra novelle legislative e nuovi filoni giurisprudenziali.
Pagine: pp. 1178-1197

Abstract non disponibile per questo articolo

NOTE A SENTENZA
* * *

Danno esistenziale e danno morale: una visione d’insieme tra novelle legislative e nuovi filoni giurisprudenziali.

Giuseppe Ruello

1) Corte cost., 26 luglio 1979, n. 88, in Foro it., 1979, I, c. 2542.
2) Corte cost., 14 luglio 1986, n. 184, in Foro it., 1986, I, c. 2053.
3) Rilevata ad es. da G. Bonilini, Il danno non patrimoniale, Milano, Giuffrè, 1983, 85 – 87 e dalla App. Genova, 17 luglio 1975, in Foro it., 1976, I, c. 808.
4) E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 12 ss.
5) Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703.
6) Cass. civ. sez. III, 6 giugno 1981, n. 3675, in Arch. civ., 1982, 472; Cass. civ. sez. I, 28 novembre 1981, n. 6339, in Arch. civ., 1982, 472.
7) Cass. civ. sez. III, 3 marzo 2000, n. 2367, in Giust. civ. mass., 2000, 518; Cass. civ. sez. III, 4 giugno 2007, n. 12929, in Giust. civ., 2008, I, 998; Cass. civ. sez. III, 12 dicembre 2008, n. 29185, in Giust. Civ. Mass., 2008, 1766; Cass. civ. sez. lav., 1 ottobre 2013, n. 22396, in Guida al diritto, 2014, 1, 42; Cass. civ. sez. III, 10 novembre 2015, n. 22885, in Resp. civ. prev., 2016, 528.
8) La lettura della sentenza non è però in tal senso univoca. Si veda in tal senso P. Ziviz, La responsabilità civile – i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 201, dove si indica il danno non patrimoniale come « danno determinato dalla lesione di interessi inerenti la persona non connotati di rilevanza economica ».
9) Corte cost., 11 luglio 2003, n. 233, in Foro it., 2003, I, c. 2201, con nota di P. Ziviz, Il nuovo volto dell’art. 2059 c.c.
10) Cass. civ. sez. III, 25 febbraio 2008, ord. n. 4712, in Nuova giur. Civ. comm., 2008, I, 707, con nota di C. Sganga, Aspettando Godot ovvero la presunta fine della saga del danno esistenziale; commento anche di P. Ziviz, Danno non patrimoniale: mossa obbligata per le Sezioni Unite, in Resp. civ. prev., 2008, 1011 ss.
11) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
12) P. Ziviz, La responsabilità civile - i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 210; nella pratica tuttavia i risultati sono tutt’altro che soddisfacenti: molte volte si arriva all’appiattimento del risarcimento ad una sola delle voci pregiudizievoli, come avvenuto in Cass. civ. sez. III, 14 settembre 2010, n. 19517, in Resp. civ. e prev., 2010, 2245. Altre volte si avranno duplicazioni risarcitorie per un medesimo pregiudizio: si rimanda a Cass. civ. sez. lav., 18 gennaio 2011, n. 1072, in www.personaedanno.it.
13) Parte della dottrina ha considerato questa affermazione in contrasto con la tesi – sostenuta anche dalle Sezioni Unite – che ciascuna delle voci non patrimoniali assumerebbero valenza descrittiva mediante l’individuazione di un’area determinata del pregiudizio. Il danno morale da reato viene qualificato come voce specifica soltanto nel momento in cui la vittima non lamenti degenerazioni patologiche della sofferenza: qualora ciò accada, verrà qualificato come componente del danno biologico. Ulteriormente, la ristorazione del danno da perdita del rapporto parentale si configurerebbe come una duplicazione risarcitoria della rinnovata categoria del danno morale, visto che entrambe le sofferenze (quella patita al momento della perdita e quella da sopportare per il resto della vita) non sarebbero altro che semplici componenti di un pregiudizio da ristorare integralmente e unitariamente. Per maggiori dettagli, si veda P. Ziviz, La responsabilità civile – i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 223.
14) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
15) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
16) « Il fatto che l’art. 2059 c.c. limiti il risarcimento del danno non patrimoniale ai casi previsti dalla legge (...) non significa che il danno non patrimoniale sia tipico, ma che non tutte le conseguenze di carattere non patrimoniale sono rilevanti per il diritto » in M. Franzoni, Prove di assetto per il danno non patrimoniale: alcune suggestioni, in CorG, 2008, 626-635.
17) Cass. civ. sez. III, 27 ottobre 2004, n. 20814, Resp. civ. e prev., 2005, 98.
18) E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 196.
19) Trib. Genova, 25 maggio 1974, in Giur. it., 1975, I, 2, 54; Trib. Genova, 20 ottobre 1975, in Giur. it., 1976, I, 2, 443.
20) Per maggiori approfondimenti: D. De Strobel, V. Ogliari, L’insegnamento della Cassazione, con pronuncia in funzione nomofilattica, che indica per il calcolo del danno non patrimoniale il ricorso al criterio di valutazione così come risultante dalle tabelle milanesi, in Diritto e fiscalità dell’assicurazione, 2013, fascicolo 4, 499.
21) Descritta in maniera esaustiva da V. Ponzanelli, La seconda stagione del danno non patrimoniale: la comparsa del danno biologico. La tormentata questione della natura giuridica del danno biologico. Patrimoniale o no?, XII Conferenza Internazionale “Intereurope AG European Law Service” - Venezia, 23 Giugno 2011 “Passato presente e futuro del risarcimento del danno alla persona”, punto n. 4.
22) Trib. Pisa, 10 marzo 1979, in Giur. it., 1980, I, 2, 20.
23) Corte cost., 14 luglio 1986, n. 184, in Foro it., 1986, I, c. 2053.
24) Corte Cost., 27 ottobre 1994, n. 372, in Giust. civ., 1994, I, 3029.
25) Precisamente con l’art. 5 della legge 5 marzo 2001, n. 57, modificato dall’art. 23, comma 3, legge 12 dicembre 2002, n. 273.
26) Cass. civ. sez. III, 7 luglio 2011, n. 12408, in Resp. civ. e prev., 2011, 2018: con questa sentenza è stata affermata la “valenza nazionale” delle tabelle di Milano per la liquidazione del danno non patrimoniale, per come modificate nel 2009. In continuità con questa sentenza: Cass. civ. sez. III, 30 giugno 2011, n. 14402, in Resp. civ. e prev., 2011, 2027; Cass. civ. sez. III, 20 novembre 2012, n. 20292, in Giust. civ. mass., 2012, 1315-1316; Cass. civ. sez. III, 15 ottobre 2015, n. 20895, in Giust. civ. mass., 2015, 902; Cass. civ. sez. III, 17 febbraio 2016, n. 3015, inedita; Cass. civ. sez. I, 7 settembre 2016, n. 17678, in Giust. civ. mass., 2016; Cass. civ. sez. III, 18 maggio 2017, n. 12470, in Arch. giur. circol. e sinistri, 2017, fasc. 7-8, 608; Cass. civ. sez. III, 31 ottobre 2017, n. 25817, in Ridare.it, 29 novembre 2017; App. Roma sez. III, 21 dicembre 2016, n. 7200, in Ridare.it, 14 marzo 2017. Per l’applicazione di sistemi tabellari di altri tribunali è necessaria la motivazione da parte del giudice: Cass. civ. sez. lav. 2 agosto 2011, n. 16866, www.ilsole24ore.com.
27) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
28) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
29) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
30) E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 190.
31) P. Ziviz, La responsabilità civile - i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 256.
32) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18; tale “logica di assorbimento” è stata altresì contestata dalla Corte stessa nella successiva Cass. civ. sez. III, 11 giugno 2009, n. 13530, in Resp. civ. e prev., 2009, 1779.
33) P. Ziviz, La responsabilità civile - i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 258.
34) Tra le altre: Trib. Roma, 16 gennaio 2004, in Corr. Giur., 2004, 504; Trib. Roma, 23 gennaio 2004, Dir. e Giust., 2004, 255; Trib. Roma, 7 febbraio 2005, Red. Giuffrè, 2005; Trib. Monza, 21 febbraio 2005, Giur. di merito, 2005, 11, 2305; Trib. Bologna, 27 gennaio 2006, Giur. it., 2006, 11, 2105; peraltro, queste sentenze contestavano il superamento della nozione di danno morale soggettivo a seguito di Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685,; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703.
35) Si rimanda al successivo paragrafo sul danno esistenziale per un approfondimento del tema.
36) Cass. civ. sez. III, 13 ottobre 2017, n. 24075, in Arch. giur. circol. e sinistri, 1, 54; Cass. civ. sez. III, 17 gennaio 2018, n. 901, in Resp. civ. e prev., 2018, 863, con commento di P. Ziviz, Di cosa parliamo quando parliamo di danno non patrimoniale; Cass. civ. sez. III, 8 febbraio 2018, n. 3035, in Ridare.it, 11 maggio 2018; Cass. civ. sez. III, 27 marzo 2018, n. 7513, in Resp. civ. e prev., 2018, 3, 853; Cass. civ. sez. III, 4 ottobre 2018, n. 24155, in Ridare.it, 10 dicembre 2018.
37) Corte cost. 16 ottobre 2014, n. 235, in Il Diritto di famiglia e delle persone, 2015, 2, I, 404.
38) Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703, in cui i giudici si sono ispirati alla seguente ordinanza del Tribunale di Genova, a seguito della quale è stata sollevata una ulteriore questione di costituzionalità: Trib. Genova (ord.) 14 gennaio 2003, in Resp. civ. prev., 2003, 179, con nota di E. Navarretta, Il danno esistenziale risarcito ex art. 2059 c.c. e l’adeguamento della norma alla Costituzione.
39) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
40) E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 101.
41) Corte cost. 16 ottobre 2014, n. 235, in Il Diritto di famiglia e delle persone, 2015, 2, I, 404.
42) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
43) Corte cost. 16 ottobre 2014, n. 35, in Il Diritto di famiglia e delle persone, 2015, 2, I, 404.
44) Tra gli altri si ricordano: E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 79 e ss.; P. Ziviz, La responsabilità civile - i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 210 e ss.
45) Cass. civ. sez. I, 7 giugno 2000, n. 7713, in Giust. civ., 2000, 2219.
46) Cass. civ. sez. III, 2 aprile 2001, n. 4783, in Foro it., 2001, I, c. 3197.
47) Cass. civ. sez. I, 5 novembre 2001, n. 15449, in Resp. civ. e prev., 2002, 81.
48) Rispettivamente: Cass. civ. sez. lav., 3 luglio 2001, n. 9009, in Resp. civ. e prev., 2001, 1177; Cass. civ. sez. lav., 4 giugno 2003, n. 8904, in Foro it., 2003, c. 1028.
49) Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685,; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703, in cui i giudici si sono ispirati alla seguente ordinanza del Tribunale di Genova, a seguito della quale è stata sollevata una ulteriore questione di costituzionalità: Trib. Genova (ord.) 14 gennaio 2003, in Resp. civ. prev., 2003, 179, con nota di E. Navarretta, Il danno esistenziale risarcito ex art. 2059 c.c. e l’adeguamento della norma alla Costituzione.
50) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
51) A favore di un’interpretazione di questo tipo troviamo: F.D. Busnelli, ...e venne l’estate di San Martino, in AA. VV., Il danno non patrimoniale. Guida commentata alle decisioni delle S.U.,11 novembre 2008, nn. 26972/3/4/5, Giuffrè, Milano, 2009, 91 ss.; G. Ponzanelli, Lo sconvolgimento della vita nelle macrolesioni: rapporto tra tabelle e potere equitativo del giudice, in Foro it., 2011, I, c. 2723;; una soluzione di tal genere era stata auspicata già prima delle sentenze di “San Martino” da G. Comandè, Dignità umana e parità di trattamento devono guidare la “tipizzazione”, in Resp. e ris., 1° aprile 2008, n. 4, 48 e ss. Non manca però una parte della dottrina che predica la configurazione della categoria del danno esistenziale: G. Cassano, (a cura di), Manuale del risarcimento per il danno alla persona (patrimoniale; non patrimoniale; biologico; morale; esistenziale), Sant’Arcangelo di Romagna, Maggioli Editore, 2014, 261; P. Cendon, Il danno esistenziale riappare, in Persona e danno, online, 20 giugno 2011.
52) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
53) Si veda Cass. civ. sez. lav., 5 dicembre 1988, n. 6607, in Giust. civ. mass., 1988.
54) Cass. civ. S.U., 24 marzo 2006, n. 6572, in Giust. civ., 2006, fasc. 7-8, I, 1443 con nota di F. Terrusi; Cass. civ. sez. lav., 23 febbraio 2007, n. 4260, inedita; Cass. civ. sez. lav., 7 marzo 2007, n. 5221, in Giust. civ. mass., 2007, 385; Cass. civ. sez. lav., 16 maggio 2007, n. 11278, in Giust. civ. mass., 2007, 717; Cass. civ. S.U., 7 dicembre 2007, n. 25561, inedita.
55) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
56) Cass. civ. sez. III, 13 maggio 2009, n. 11048, in Giust. civ. mass., 2009, 766; Cass. civ. sez. III, 12 febbraio 2013, n. 3290, in Giust. civ. mass., 2013, 148.
57) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
58) Da riconoscere anche al convivente more uxorio, previa dimostrazione di una relazione caratterizzata da stabilità e mutua assistenza morale e materiale: Cass. civ. sez. III, 7 giugno 2011, n. 12278, in Giust. civ. mass., 2011, 853; Cass. civ. sez. III, 16 settembre 2008, n. 23725, in Giust. civ. mass., 2008, 1369-1370; Cass. civ. sez. I, 28 marzo 1994, n. 2988, in Giust. civ. mass., 1994. Questo danno è stato ristorato anche in presenza di un mero “rapporto affettivo”, avente carattere di “serietà e stabilità”, anche a prescindere dalla coabitazione: Cass. civ. sez. II, 21 marzo 2013, n. 7218, inedita.
59) G. Cassano, (a cura di), Manuale del risarcimento per il danno alla persona (patrimoniale; non patrimoniale; biologico; morale; esistenziale), Sant’Arcangelo di Romagna, Maggioli Editore, 2014, 271. Si vedano anche per il riconoscimento del danno esistenziale in caso di sconvolgimento della vita: Cass. civ. sez. III, n. 10108, in Diritto e Giustizia, 2011; Cass. civ. sez. II, 7 giugno 2011, n. 12296, in Nuova giur. civ., 2012, I, 25; Cass. civ. sez. III, 17 aprile 2013, n. 9231, in Resp. civ. e prev., 2014, 1, 102; Cass. civ. sez. lav., 23 aprile 2013, n. 9770, inedita; Cass. civ. sez. III, 12 giugno 2015, n. 12211, in Ridare.it, 27 ottobre 2015; Cass. civ. sez. III, 14 luglio 2015, n. 14645, in Ridare.it, 22 dicembre 2015; Cass. civ. sez. III, 5 aprile 2016, n. 21059, in Ridare.it, 5 aprile 2017; in senso difforme, il danno biologico assorbe il danno esistenziale come una semplice voce nella propria valutazione nelle seguenti sentenze: Cass. civ. sez. lav., 30 novembre 2009, n. 25236, in Giust. civ. mass., 2009, 1643; Cass. Civ. Sez. III, 18 febbraio 2010, n. 3906, in Giust. civ. mass., 2010, 234.
60) Contrapposizione analizzata in P. Cendon, Esistere o non esistere, in AA.VV., Trattato breve sui nuovi danni: il risarcimento del danno esistenziale: aspetti civili, penali, medico-legali, processuali, Padova, Cedam, 2001, 33.
61) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
62) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18; si supera così definitivamente la tesi del danno evento affermata dalla Corte cost., 14 luglio 1986, n. 184, in Foro it., 1986, I, c. 2053, la quale era stata scalfita già da Corte Cost., 27 ottobre 1994, n. 372, in Giust. civ., 1994, I, 3029 e Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703, in cui i giudici si sono ispirati alla seguente ordinanza del Tribunale di Genova, a seguito della quale è stata sollevata una ulteriore questione di costituzionalità: Trib. Genova (ord.) 14 gennaio 2003, in Resp. civ. prev., 2003, 179, con nota di E. Navarretta, Il danno esistenziale risarcito ex art. 2059 c.c. e l’adeguamento della norma alla Costituzione.
63) A. Bianchi, C. Brilli, P.G. Macrì, S. Pezzuolo, D. Sestini, Back to Bentham. Verso una scienza della misurazione dell’utilità e del danno, in Resp. civ. prev., 2008, 954-968.
64) Per la ricomprensione del danno esistenziale, previa allegazione e prova, nella dimensione dinamico – relazionale del danno biologico – evitando duplicazioni risarcitorie – si vedano le seguenti sentenze: Cass. civ. sez. III, 13 maggio 2011, n. 10527, in Foro it., 2011, fasc. I, 2709, con nota di V. Ponzanelli; Cass. civ. sez. III, 20 novembre 2012, n. 20292, in Giust. civ. mass., 2012, 1315-1316; Cass. civ. sez. III, 17 aprile 2013, n. 9231, in Giust. civ. mass., 2013, 403; Cass. civ. sez. III, 23 settembre 2013, n. 21716, in Giust. civ. mass., 2013, 1050; Cass. civ. sez. III, 20 febbraio 2015, n. 3387, in Danno e resp., 2016, 66; Cass. civ. sez. III, 7 marzo 2016, n. 4379, in Guida al diritto, 2016, 20, 72; Consiglio di Stato sez. III, 3 luglio 2017, n. 3242, in Il Foro Amm., 2017, fasc. 7-8, 1530.
65) Nella definizione di aspetti dinamico-relazionali rientra ogni pregiudizio arrecato ad un interesse tutelato dalla Carta costituzionale.
66) Cass. civ. sez. III, 17 gennaio 2018, n. 901, in Resp. civ. e prev., 2018, 863, con commento di P. Ziviz, Di cosa parliamo quando parliamo di danno non patrimoniale.
67) Si vedano in senso conforme: Cass. civ. sez. III, 13 ottobre 2017, n. 24075, in Arch. giur. circol. e sinistri, 1, 54; Cass. civ. sez. III, 8 febbraio 2018, n. 3035, in Ridare.it, 11 maggio 2018; Cass. civ. sez. III, 27 marzo 2018, n. 7513 in Resp. civ. e prev., 2018, 3, 853; Cass. civ., sez. III, 19 luglio 2018, n. 19151, in Guida dir., 2018, 45, 98; Cass. civ., sez. III, 28 settembre 2018, n. 23469, in Resp. civ. e prev., 2019, 2, 503; Cass. civ. sez. III, 4 ottobre 2018, n. 24155, in Ridare.it, 10 dicembre 2018; Cass. civ., sez. III, 31 gennaio 2019, n. 2788, in Diritto di famiglia e delle persone, 2019, 2, I, 552.
68) Cass. civ. sez. III, 17 gennaio 2018, n. 901, in Resp. civ. e prev., 2018, 863, con commento di P. Ziviz, Di cosa parliamo quando parliamo di danno non patrimoniale.
69) G. Comandè, Danno biologico: Roma si candida a sostituire Milano, in Guida al Diritto, n. 9, 16 febbraio 2019, 10 e ss.
1) Corte cost., 26 luglio 1979, n. 88, in Foro it., 1979, I, c. 2542.
2) Corte cost., 14 luglio 1986, n. 184, in Foro it., 1986, I, c. 2053.
3) Rilevata ad es. da G. Bonilini, Il danno non patrimoniale, Milano, Giuffrè, 1983, 85 – 87 e dalla App. Genova, 17 luglio 1975, in Foro it., 1976, I, c. 808.
4) E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 12 ss.
5) Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703.
6) Cass. civ. sez. III, 6 giugno 1981, n. 3675, in Arch. civ., 1982, 472; Cass. civ. sez. I, 28 novembre 1981, n. 6339, in Arch. civ., 1982, 472.
7) Cass. civ. sez. III, 3 marzo 2000, n. 2367, in Giust. civ. mass., 2000, 518; Cass. civ. sez. III, 4 giugno 2007, n. 12929, in Giust. civ., 2008, I, 998; Cass. civ. sez. III, 12 dicembre 2008, n. 29185, in Giust. Civ. Mass., 2008, 1766; Cass. civ. sez. lav., 1 ottobre 2013, n. 22396, in Guida al diritto, 2014, 1, 42; Cass. civ. sez. III, 10 novembre 2015, n. 22885, in Resp. civ. prev., 2016, 528.
8) La lettura della sentenza non è però in tal senso univoca. Si veda in tal senso P. Ziviz, La responsabilità civile – i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 201, dove si indica il danno non patrimoniale come « danno determinato dalla lesione di interessi inerenti la persona non connotati di rilevanza economica ».
9) Corte cost., 11 luglio 2003, n. 233, in Foro it., 2003, I, c. 2201, con nota di P. Ziviz, Il nuovo volto dell’art. 2059 c.c.
10) Cass. civ. sez. III, 25 febbraio 2008, ord. n. 4712, in Nuova giur. Civ. comm., 2008, I, 707, con nota di C. Sganga, Aspettando Godot ovvero la presunta fine della saga del danno esistenziale; commento anche di P. Ziviz, Danno non patrimoniale: mossa obbligata per le Sezioni Unite, in Resp. civ. prev., 2008, 1011 ss.
11) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
12) P. Ziviz, La responsabilità civile - i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 210; nella pratica tuttavia i risultati sono tutt’altro che soddisfacenti: molte volte si arriva all’appiattimento del risarcimento ad una sola delle voci pregiudizievoli, come avvenuto in Cass. civ. sez. III, 14 settembre 2010, n. 19517, in Resp. civ. e prev., 2010, 2245. Altre volte si avranno duplicazioni risarcitorie per un medesimo pregiudizio: si rimanda a Cass. civ. sez. lav., 18 gennaio 2011, n. 1072, in www.personaedanno.it.
13) Parte della dottrina ha considerato questa affermazione in contrasto con la tesi – sostenuta anche dalle Sezioni Unite – che ciascuna delle voci non patrimoniali assumerebbero valenza descrittiva mediante l’individuazione di un’area determinata del pregiudizio. Il danno morale da reato viene qualificato come voce specifica soltanto nel momento in cui la vittima non lamenti degenerazioni patologiche della sofferenza: qualora ciò accada, verrà qualificato come componente del danno biologico. Ulteriormente, la ristorazione del danno da perdita del rapporto parentale si configurerebbe come una duplicazione risarcitoria della rinnovata categoria del danno morale, visto che entrambe le sofferenze (quella patita al momento della perdita e quella da sopportare per il resto della vita) non sarebbero altro che semplici componenti di un pregiudizio da ristorare integralmente e unitariamente. Per maggiori dettagli, si veda P. Ziviz, La responsabilità civile – i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 223.
14) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
15) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
16) « Il fatto che l’art. 2059 c.c. limiti il risarcimento del danno non patrimoniale ai casi previsti dalla legge (...) non significa che il danno non patrimoniale sia tipico, ma che non tutte le conseguenze di carattere non patrimoniale sono rilevanti per il diritto » in M. Franzoni, Prove di assetto per il danno non patrimoniale: alcune suggestioni, in CorG, 2008, 626-635.
17) Cass. civ. sez. III, 27 ottobre 2004, n. 20814, Resp. civ. e prev., 2005, 98.
18) E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 196.
19) Trib. Genova, 25 maggio 1974, in Giur. it., 1975, I, 2, 54; Trib. Genova, 20 ottobre 1975, in Giur. it., 1976, I, 2, 443.
20) Per maggiori approfondimenti: D. De Strobel, V. Ogliari, L’insegnamento della Cassazione, con pronuncia in funzione nomofilattica, che indica per il calcolo del danno non patrimoniale il ricorso al criterio di valutazione così come risultante dalle tabelle milanesi, in Diritto e fiscalità dell’assicurazione, 2013, fascicolo 4, 499.
21) Descritta in maniera esaustiva da V. Ponzanelli, La seconda stagione del danno non patrimoniale: la comparsa del danno biologico. La tormentata questione della natura giuridica del danno biologico. Patrimoniale o no?, XII Conferenza Internazionale “Intereurope AG European Law Service” - Venezia, 23 Giugno 2011 “Passato presente e futuro del risarcimento del danno alla persona”, punto n. 4.
22) Trib. Pisa, 10 marzo 1979, in Giur. it., 1980, I, 2, 20.
23) Corte cost., 14 luglio 1986, n. 184, in Foro it., 1986, I, c. 2053.
24) Corte Cost., 27 ottobre 1994, n. 372, in Giust. civ., 1994, I, 3029.
25) Precisamente con l’art. 5 della legge 5 marzo 2001, n. 57, modificato dall’art. 23, comma 3, legge 12 dicembre 2002, n. 273.
26) Cass. civ. sez. III, 7 luglio 2011, n. 12408, in Resp. civ. e prev., 2011, 2018: con questa sentenza è stata affermata la “valenza nazionale” delle tabelle di Milano per la liquidazione del danno non patrimoniale, per come modificate nel 2009. In continuità con questa sentenza: Cass. civ. sez. III, 30 giugno 2011, n. 14402, in Resp. civ. e prev., 2011, 2027; Cass. civ. sez. III, 20 novembre 2012, n. 20292, in Giust. civ. mass., 2012, 1315-1316; Cass. civ. sez. III, 15 ottobre 2015, n. 20895, in Giust. civ. mass., 2015, 902; Cass. civ. sez. III, 17 febbraio 2016, n. 3015, inedita; Cass. civ. sez. I, 7 settembre 2016, n. 17678, in Giust. civ. mass., 2016; Cass. civ. sez. III, 18 maggio 2017, n. 12470, in Arch. giur. circol. e sinistri, 2017, fasc. 7-8, 608; Cass. civ. sez. III, 31 ottobre 2017, n. 25817, in Ridare.it, 29 novembre 2017; App. Roma sez. III, 21 dicembre 2016, n. 7200, in Ridare.it, 14 marzo 2017. Per l’applicazione di sistemi tabellari di altri tribunali è necessaria la motivazione da parte del giudice: Cass. civ. sez. lav. 2 agosto 2011, n. 16866, www.ilsole24ore.com.
27) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
28) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
29) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
30) E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 190.
31) P. Ziviz, La responsabilità civile - i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 256.
32) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18; tale “logica di assorbimento” è stata altresì contestata dalla Corte stessa nella successiva Cass. civ. sez. III, 11 giugno 2009, n. 13530, in Resp. civ. e prev., 2009, 1779.
33) P. Ziviz, La responsabilità civile - i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 258.
34) Tra le altre: Trib. Roma, 16 gennaio 2004, in Corr. Giur., 2004, 504; Trib. Roma, 23 gennaio 2004, Dir. e Giust., 2004, 255; Trib. Roma, 7 febbraio 2005, Red. Giuffrè, 2005; Trib. Monza, 21 febbraio 2005, Giur. di merito, 2005, 11, 2305; Trib. Bologna, 27 gennaio 2006, Giur. it., 2006, 11, 2105; peraltro, queste sentenze contestavano il superamento della nozione di danno morale soggettivo a seguito di Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685,; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703.
35) Si rimanda al successivo paragrafo sul danno esistenziale per un approfondimento del tema.
36) Cass. civ. sez. III, 13 ottobre 2017, n. 24075, in Arch. giur. circol. e sinistri, 1, 54; Cass. civ. sez. III, 17 gennaio 2018, n. 901, in Resp. civ. e prev., 2018, 863, con commento di P. Ziviz, Di cosa parliamo quando parliamo di danno non patrimoniale; Cass. civ. sez. III, 8 febbraio 2018, n. 3035, in Ridare.it, 11 maggio 2018; Cass. civ. sez. III, 27 marzo 2018, n. 7513, in Resp. civ. e prev., 2018, 3, 853; Cass. civ. sez. III, 4 ottobre 2018, n. 24155, in Ridare.it, 10 dicembre 2018.
37) Corte cost. 16 ottobre 2014, n. 235, in Il Diritto di famiglia e delle persone, 2015, 2, I, 404.
38) Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703, in cui i giudici si sono ispirati alla seguente ordinanza del Tribunale di Genova, a seguito della quale è stata sollevata una ulteriore questione di costituzionalità: Trib. Genova (ord.) 14 gennaio 2003, in Resp. civ. prev., 2003, 179, con nota di E. Navarretta, Il danno esistenziale risarcito ex art. 2059 c.c. e l’adeguamento della norma alla Costituzione.
39) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
40) E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 101.
41) Corte cost. 16 ottobre 2014, n. 235, in Il Diritto di famiglia e delle persone, 2015, 2, I, 404.
42) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
43) Corte cost. 16 ottobre 2014, n. 35, in Il Diritto di famiglia e delle persone, 2015, 2, I, 404.
44) Tra gli altri si ricordano: E. Navarretta (a cura di), Il danno non patrimoniale - principi, regole e tabelle per la liquidazione, Milano, Giuffrè, 2010, 79 e ss.; P. Ziviz, La responsabilità civile - i danni non patrimoniali, Torino, Utet, 2012, 210 e ss.
45) Cass. civ. sez. I, 7 giugno 2000, n. 7713, in Giust. civ., 2000, 2219.
46) Cass. civ. sez. III, 2 aprile 2001, n. 4783, in Foro it., 2001, I, c. 3197.
47) Cass. civ. sez. I, 5 novembre 2001, n. 15449, in Resp. civ. e prev., 2002, 81.
48) Rispettivamente: Cass. civ. sez. lav., 3 luglio 2001, n. 9009, in Resp. civ. e prev., 2001, 1177; Cass. civ. sez. lav., 4 giugno 2003, n. 8904, in Foro it., 2003, c. 1028.
49) Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685,; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703, in cui i giudici si sono ispirati alla seguente ordinanza del Tribunale di Genova, a seguito della quale è stata sollevata una ulteriore questione di costituzionalità: Trib. Genova (ord.) 14 gennaio 2003, in Resp. civ. prev., 2003, 179, con nota di E. Navarretta, Il danno esistenziale risarcito ex art. 2059 c.c. e l’adeguamento della norma alla Costituzione.
50) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
51) A favore di un’interpretazione di questo tipo troviamo: F.D. Busnelli, ...e venne l’estate di San Martino, in AA. VV., Il danno non patrimoniale. Guida commentata alle decisioni delle S.U.,11 novembre 2008, nn. 26972/3/4/5, Giuffrè, Milano, 2009, 91 ss.; G. Ponzanelli, Lo sconvolgimento della vita nelle macrolesioni: rapporto tra tabelle e potere equitativo del giudice, in Foro it., 2011, I, c. 2723;; una soluzione di tal genere era stata auspicata già prima delle sentenze di “San Martino” da G. Comandè, Dignità umana e parità di trattamento devono guidare la “tipizzazione”, in Resp. e ris., 1° aprile 2008, n. 4, 48 e ss. Non manca però una parte della dottrina che predica la configurazione della categoria del danno esistenziale: G. Cassano, (a cura di), Manuale del risarcimento per il danno alla persona (patrimoniale; non patrimoniale; biologico; morale; esistenziale), Sant’Arcangelo di Romagna, Maggioli Editore, 2014, 261; P. Cendon, Il danno esistenziale riappare, in Persona e danno, online, 20 giugno 2011.
52) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
53) Si veda Cass. civ. sez. lav., 5 dicembre 1988, n. 6607, in Giust. civ. mass., 1988.
54) Cass. civ. S.U., 24 marzo 2006, n. 6572, in Giust. civ., 2006, fasc. 7-8, I, 1443 con nota di F. Terrusi; Cass. civ. sez. lav., 23 febbraio 2007, n. 4260, inedita; Cass. civ. sez. lav., 7 marzo 2007, n. 5221, in Giust. civ. mass., 2007, 385; Cass. civ. sez. lav., 16 maggio 2007, n. 11278, in Giust. civ. mass., 2007, 717; Cass. civ. S.U., 7 dicembre 2007, n. 25561, inedita.
55) Cass. civ. sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, in Il Diritto di famiglia e delle persona, 2015, fasc. 2, I, 453.
56) Cass. civ. sez. III, 13 maggio 2009, n. 11048, in Giust. civ. mass., 2009, 766; Cass. civ. sez. III, 12 febbraio 2013, n. 3290, in Giust. civ. mass., 2013, 148.
57) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
58) Da riconoscere anche al convivente more uxorio, previa dimostrazione di una relazione caratterizzata da stabilità e mutua assistenza morale e materiale: Cass. civ. sez. III, 7 giugno 2011, n. 12278, in Giust. civ. mass., 2011, 853; Cass. civ. sez. III, 16 settembre 2008, n. 23725, in Giust. civ. mass., 2008, 1369-1370; Cass. civ. sez. I, 28 marzo 1994, n. 2988, in Giust. civ. mass., 1994. Questo danno è stato ristorato anche in presenza di un mero “rapporto affettivo”, avente carattere di “serietà e stabilità”, anche a prescindere dalla coabitazione: Cass. civ. sez. II, 21 marzo 2013, n. 7218, inedita.
59) G. Cassano, (a cura di), Manuale del risarcimento per il danno alla persona (patrimoniale; non patrimoniale; biologico; morale; esistenziale), Sant’Arcangelo di Romagna, Maggioli Editore, 2014, 271. Si vedano anche per il riconoscimento del danno esistenziale in caso di sconvolgimento della vita: Cass. civ. sez. III, n. 10108, in Diritto e Giustizia, 2011; Cass. civ. sez. II, 7 giugno 2011, n. 12296, in Nuova giur. civ., 2012, I, 25; Cass. civ. sez. III, 17 aprile 2013, n. 9231, in Resp. civ. e prev., 2014, 1, 102; Cass. civ. sez. lav., 23 aprile 2013, n. 9770, inedita; Cass. civ. sez. III, 12 giugno 2015, n. 12211, in Ridare.it, 27 ottobre 2015; Cass. civ. sez. III, 14 luglio 2015, n. 14645, in Ridare.it, 22 dicembre 2015; Cass. civ. sez. III, 5 aprile 2016, n. 21059, in Ridare.it, 5 aprile 2017; in senso difforme, il danno biologico assorbe il danno esistenziale come una semplice voce nella propria valutazione nelle seguenti sentenze: Cass. civ. sez. lav., 30 novembre 2009, n. 25236, in Giust. civ. mass., 2009, 1643; Cass. Civ. Sez. III, 18 febbraio 2010, n. 3906, in Giust. civ. mass., 2010, 234.
60) Contrapposizione analizzata in P. Cendon, Esistere o non esistere, in AA.VV., Trattato breve sui nuovi danni: il risarcimento del danno esistenziale: aspetti civili, penali, medico-legali, processuali, Padova, Cedam, 2001, 33.
61) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18.
62) Cass. civ. Sez. Un., 11 novembre 2008, nn. 26972, 26973, 26974 e 26975, in Guida dir., 2008, 47, 18; si supera così definitivamente la tesi del danno evento affermata dalla Corte cost., 14 luglio 1986, n. 184, in Foro it., 1986, I, c. 2053, la quale era stata scalfita già da Corte Cost., 27 ottobre 1994, n. 372, in Giust. civ., 1994, I, 3029 e Cass. civ. sez. III, 31 maggio 2003, nn. 8827 e 8828, in Danno e resp., 2003, 813, con commento di F.D. Busnelli, Chiaroscuri di estate. La Corte di Cassazione e il danno alla persona; si vedano anche le note di P. Cendon, Anche se gli amanti si perdono l’amore non si perderà. Impressioni di lettura su Cass. 8828/2003, in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 685; E. Bargelli, Danno non patrimoniale e interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 2059 c.c., in Resp. civ. e prev., 2003, fasc. 3, 691; P. Ziviz, E poi non rimase nessuno, in Resp. civ. e prev., fasc. 3, 703, in cui i giudici si sono ispirati alla seguente ordinanza del Tribunale di Genova, a seguito della quale è stata sollevata una ulteriore questione di costituzionalità: Trib. Genova (ord.) 14 gennaio 2003, in Resp. civ. prev., 2003, 179, con nota di E. Navarretta, Il danno esistenziale risarcito ex art. 2059 c.c. e l’adeguamento della norma alla Costituzione.
63) A. Bianchi, C. Brilli, P.G. Macrì, S. Pezzuolo, D. Sestini, Back to Bentham. Verso una scienza della misurazione dell’utilità e del danno, in Resp. civ. prev., 2008, 954-968.
64) Per la ricomprensione del danno esistenziale, previa allegazione e prova, nella dimensione dinamico – relazionale del danno biologico – evitando duplicazioni risarcitorie – si vedano le seguenti sentenze: Cass. civ. sez. III, 13 maggio 2011, n. 10527, in Foro it., 2011, fasc. I, 2709, con nota di V. Ponzanelli; Cass. civ. sez. III, 20 novembre 2012, n. 20292, in Giust. civ. mass., 2012, 1315-1316; Cass. civ. sez. III, 17 aprile 2013, n. 9231, in Giust. civ. mass., 2013, 403; Cass. civ. sez. III, 23 settembre 2013, n. 21716, in Giust. civ. mass., 2013, 1050; Cass. civ. sez. III, 20 febbraio 2015, n. 3387, in Danno e resp., 2016, 66; Cass. civ. sez. III, 7 marzo 2016, n. 4379, in Guida al diritto, 2016, 20, 72; Consiglio di Stato sez. III, 3 luglio 2017, n. 3242, in Il Foro Amm., 2017, fasc. 7-8, 1530.
65) Nella definizione di aspetti dinamico-relazionali rientra ogni pregiudizio arrecato ad un interesse tutelato dalla Carta costituzionale.
66) Cass. civ. sez. III, 17 gennaio 2018, n. 901, in Resp. civ. e prev., 2018, 863, con commento di P. Ziviz, Di cosa parliamo quando parliamo di danno non patrimoniale.
67) Si vedano in senso conforme: Cass. civ. sez. III, 13 ottobre 2017, n. 24075, in Arch. giur. circol. e sinistri, 1, 54; Cass. civ. sez. III, 8 febbraio 2018, n. 3035, in Ridare.it, 11 maggio 2018; Cass. civ. sez. III, 27 marzo 2018, n. 7513 in Resp. civ. e prev., 2018, 3, 853; Cass. civ., sez. III, 19 luglio 2018, n. 19151, in Guida dir., 2018, 45, 98; Cass. civ., sez. III, 28 settembre 2018, n. 23469, in Resp. civ. e prev., 2019, 2, 503; Cass. civ. sez. III, 4 ottobre 2018, n. 24155, in Ridare.it, 10 dicembre 2018; Cass. civ., sez. III, 31 gennaio 2019, n. 2788, in Diritto di famiglia e delle persone, 2019, 2, I, 552.
68) Cass. civ. sez. III, 17 gennaio 2018, n. 901, in Resp. civ. e prev., 2018, 863, con commento di P. Ziviz, Di cosa parliamo quando parliamo di danno non patrimoniale.
69) G. Comandè, Danno biologico: Roma si candida a sostituire Milano, in Guida al Diritto, n. 9, 16 febbraio 2019, 10 e ss.
please wait

Caricamento in corso...