• Parcheggi a pagamento ed eccesso di potere

    Parcheggi a pagamento ed eccesso di potere

    Tizio è residente nel Comune Omega alla via Alfa.

    In data 03.11.2012, il Comune Omega faceva installare, proprio lungo la via Alfa, dei parcheggi a pagamento (con orario fino a notte inoltrata) senza riservare alcuna area a parcheggio libero, istituendo delle “strisce blu” (indicative delle piattaforme di parcheggio a pagamento) persino su una parte della medesima via Alfa priva di abitazioni e di negozi.

    Con diffida notificata in data 05.11.2012, Tizio chiedeva al Comune Omega di prendere visione degli atti relativi all'istituzione dei parcheggi in questione, al fine di verificare la legittimità dell'azione amministrativa e di tutelare il proprio interesse di utente ritenuto pregiudicato.

    Con nota prot. 3333 del 30.11.2012, l'Amministrazione rispondeva affermando che i parcheggi a pagamento erano stati istituiti in base alla determinazione dirigenziale n. 15 del 10.01.2012, a sua volta adottata sulla scorta della delibera di GC n. 104 del 2011: nello specifico, la citata delibera di GC n.104 del 2011 (recante “Ridelimitazione delle zone di particolare rilevanza urbanistica nelle quali sussistono esigenze e condizioni particolari di traffico, ai sensi dell'art.7, commi 8 e 9, del Codice della Strada ‒ decreto legislativo n.285 del 1992 ‒) richiamava uno “studio” effettuato da parte della società Zeta (società cui era poi stato affidata la gestione del servizio di parcheggio pubblico), senza tuttavia che le risultanze di detto “studio” si ritrovassero allegate alla delibera medesima. 

    In data 01.10.2012 Tizio, essendo interessato alla realizzazione di parcheggi gratuiti lungo la via Alfa, decideva di rivolgersi all'Avv. Cicerone, ai fini dell'impugnazione della delibera di GC n. 104 del 2011, unitamente a tutti gli altri atti e provvedimenti, ancorché ignoti, propedeutici o comunque connessi alla istituzione dei parcheggi a pagamento in questione.


    Le possibili soluzioni interpretative

    In tema di ammissibilità del gravame proposto avverso la delibera di GC n.104 del 2011, l'Avv. Cicerone dovrà considerare che alcuna eccezione di inammissibilità potrà essere eventualmente opposta al ricorso proposto dal sig. Tizio, il quale ha invero avuto notizia dell'esistenza e del contenuto specifico e lesivo degli atti impugnati solamente in data 30.11.2012, a seguito della risposta del Comune Omega alle proprie richieste.

    Ciò chiarito, l'Avv. Cicerone dovrà...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
please wait

Caricamento in corso...