• La nullità per difetto di sottoscrizione del provvedimento amministrativo

    La nullità per difetto di sottoscrizione del provvedimento amministrativo

    In data 01.10.2010 il Comune Alfa bandiva una gara di appalto di lavori per la realizzazione di opere di riqualificazione e sistemazione ambientale: in particolare, l'art. 10 delle norme di partecipazione (rubricato, cause di esclusione dalla gara) prevedeva espressamente tra le cause di esclusione dalla gara la mancata allegazione alla domanda di ammissione del “verbale di sopralluogo”.

    Alla suddetta procedura partecipavano, tra le altre, la società Beta e la società Gamma.

    L'appalto veniva quindi aggiudicato alla società Beta.

    Tuttavia, avendo accertato che la società Beta aveva originariamente allegato una dichiarazione di avvenuto sopralluogo sprovvista della sottoscrizione dell'incaricato della Amministrazione, la società Gamma (seconda classificata) si rivolgeva all'Avvocato Cicerone per la tutela della propria posizione giuridica.

    Le possibili soluzioni interpretative

    La questione controversa attiene alla sorte dei provvedimenti amministrativi privi di sottoscrizione.

    In particolare, a mente dell'art. 21‒septies della l. n. 241/90 (il quale stabilisce, tra l'altro, che «e' nullo il provvedimento amministrativo che manca degli elementi essenziali»), l'Avvocato Cicerone dovrà preoccuparsi di verificare:

    ‒        in primo luogo, se il difetto di sottoscrizione sia valutabile, o meno, alla stregua di “elemento...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
please wait

Caricamento in corso...