Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • Testo vigente
    • EPIGRAFE

      Codice di procedura penale, approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447 (1).

      (1) Il D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447, pubblicato nel...

      Contenuto riservato agli abbonati
      Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo


    • ARTICOLO N.247

      Casi e forme delle perquisizioni.


    • 1. Quando vi è fondato motivo di ritenere che taluno occulti sulla persona il corpo del reato o cose pertinenti al reato [253], è disposta perquisizione personale. Quando vi è fondato motivo di ritenere che tali cose si trovino in un determinato luogo [103] ovvero che in esso possa eseguirsi l'arresto dell'imputato [60, 61] o dell'evaso, è disposta perquisizione locale [352, 365].

      1-bis. Quando vi è fondato motivo di ritenere che dati, informazioni, programmi informatici o tracce comunque pertinenti al reato si trovino in un sistema informatico o telematico, ancorché protetto da misure di sicurezza, ne è disposta la perquisizione, adottando misure tecniche dirette ad assicurare la conservazione dei dati originali e ad impedirne l'alterazione (1).

      2. La perquisizione è disposta con decreto motivato.

      3. L'autorità giudiziaria può procedere personalmente [103 4] ovvero disporre che l'atto sia compiuto da ufficiali di polizia giudiziaria delegati [370] con lo stesso decreto.

      (1)Comma inserito dall'art. 8 l. 18 marzo 2008, n. 48.

      Contenuto riservato agli abbonati
      Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo

    please wait

    Caricamento in corso...