Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • Testo vigente
    • EPIGRAFE

      Codice penale, approvato con regio decreto 19 ottobre 1930, n. 1398 (1).

      (1) Il r.d. 19 ottobre 1930, n. 1398 è stato pubblicato nella G.U. del...



    • ARTICOLO N.582

      Lesione personale.

    • [I]. Chiunque cagiona ad alcuno una lesione personale, dalla quale deriva una malattia nel corpo o nella mente, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni [585, 586; 381 2f, 3, 4 c.p.p.; 1151 c. nav.] (1)(2).

      [II]. Se la malattia ha una durata non superiore ai venti giorni e non concorre alcuna delle circostanze aggravanti prevedute dagli articoli 583 e 585, ad eccezione di quelle indicate nel numero 1 e nell'ultima parte dell'articolo 577, il delitto è punibile a querela della persona offesa [120] (3) (4).

      (1) Per una ipotesi di aumento della pena, v. art. 1, l. 25 marzo 1985, n. 107 e art. 36 l. 5 febbraio 1992, n. 104.

      (2) Comma modificato dall'art. 1, comma 3 lett. b), l. 23 marzo 2016, n. 41 che ha sostituito le parole «da tre mesi» con «da sei mesi»

      (3) Comma sostituito dapprima dall'art. unico l. 26 gennaio 1963, n. 24, e poi dall'art. 91 l. 24 novembre 1981, n. 689.

      (4) V. art. 4 d.lg. 28 agosto 2000, n. 274, in tema di competenza penale del giudice di pace. V. inoltre la norma transitoria di cui all'art. 64 d.lg. n. 274, cit. Per le ipotesi di reato attribuite alla competenza del giudice di pace si applica la sanzione della multa da 516 euro a 2.582 euro o quella della permanenza domiciliare da 15 a 45 giorni o del lavoro di pubblica utilità da 20 giorni a 6 mesi.  La Corte cost. 14 dicembre 2018, n. 236 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 4, comma 1, lettera a), del d.lgs. n. 274/2000  nella parte in cui non esclude dai delitti, consumati o tentati, di competenza del giudice di pace anche quello di...

    please wait

    Caricamento in corso...