Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • Testo vigente
    • EPIGRAFE

      Codice penale, approvato con regio decreto 19 ottobre 1930, n. 1398 (1).

      (1) Il r.d. 19 ottobre 1930, n. 1398 è stato pubblicato nella G.U. del...



    • ARTICOLO N.51

      Esercizio di un diritto o adempimento di un dovere (1).


    • [I]. L'esercizio di un diritto o l'adempimento di un dovere imposto da una norma giuridica o da un ordine legittimo della pubblica Autorità, esclude la punibilità [55].

      [II]. Se un fatto costituente reato è commesso per ordine dell'Autorità, del reato risponde sempre il pubblico ufficiale [357] che ha dato l'ordine (2).

      [III]. Risponde del reato altresì chi ha eseguito l'ordine, salvo che, per errore di fatto [47, 59 3], abbia ritenuto di obbedire a un ordine legittimo.

      [IV]. Non è punibile chi esegue l'ordine illegittimo, quando la legge non gli consente alcun sindacato sulla legittimità dell'ordine.

      (1) Per una causa di non punibilità specifica, avente per oggetto le sole manifestazioni di pensiero funzionali all'esercizio dei poteri-doveri costituzionalmente spettanti ai componenti del Consiglio superiore della magistratura, v. art. 32-bis l. 24 marzo 1958, n. 195, inserito dall'art. 5 l. 3 gennaio 1981, n. 1. Per una particolare causa di non punibilità in caso di acquisto simulato di droga, v. anche art. 97 1 d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309, con riguardo anche alle disposizioni oggetto di riunione e coordinamento. In tema di operazioni sotto copertura vedi art. 9 l. 16 marzo 2006, n. 146, che detta una disciplina generale in argomento.

      (2) V., per gli impiegati civili dello Stato e soggetti assimilabili, l'art. 17 d.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3; per gli appartenenti alla polizia di Stato, l'art. 66 l. 1° aprile 1981,...

    Non sono presenti correlazioni

    please wait

    Caricamento in corso...