Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • EPIGRAFE

      Legge 1999 - Norme per il diritto al lavoro dei disabili (CATEGORIE PROTETTE)  1 (A).

       

      ---------------

      (A) In riferimento al presente provvedimento vedi: Circolare INPS 19 novembre 2001, n. 203;Messaggio INPS 16 luglio 2002, n. 320;Messaggio INPS 27 settembre 2002, n. 337;Messaggio INPS 22 novembre 2002, n. 366;Messaggio INPS 17 dicembre 2003, n. 151; Messaggio INPS 15 settembre 2004, n. 28643; Messaggio INPS 19 ottobre 2004, n. 33491; Nota del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 29 gennaio 2009, n. 1136; Circolare Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali 24 ottobre 2011, n. 27; Messaggio INPS 16 luglio 2012 n. 11941; Nota Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 27 giugno 2013, 6604.



    • ARTICOLO N.10

      Rapporto di lavoro dei disabili obbligatoriamente assunti.

    • 1. Ai lavoratori assunti a norma della presente legge si applica il trattamento economico e normativo previsto dalle leggi e dai contratti collettivi.

      2. Il datore di lavoro non può chiedere al disabile una prestazione non compatibile con le sue minorazioni.

      3. Nel caso di aggravamento delle condizioni di salute o di significative variazioni dell'organizzazione del lavoro, il disabile può chiedere che venga accertata la compatibilità delle mansioni a lui affidate con il proprio stato di salute. Nelle medesime ipotesi il datore di lavoro può chiedere che vengano accertate le condizioni di salute del disabile per verificare se, a causa delle sue minorazioni, possa continuare ad essere utilizzato presso l'azienda. Qualora si riscontri una condizione di aggravamento che, sulla base dei criteri definiti dall'atto di indirizzo e coordinamento di cui all'articolo 1, comma 4, sia incompatibile con la prosecuzione dell'attività lavorativa, o tale incompatibilità sia accertata con riferimento alla variazione dell'organizzazione del lavoro, il disabile ha diritto alla sospensione non retribuita del rapporto di lavoro fino a che l'incompatibilità persista. Durante tale periodo il lavoratore può essere impiegato in tirocinio formativo. Gli accertamenti sono effettuati dalla commissione di cui all'articolo 4 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, integrata a norma dell'atto di indirizzo e coordinamento di cui all'articolo 1, comma 4, della presente legge, che valuta sentito anche l'organismo di cui all'articolo 6, comma 3, del decreto legislativo 23 dicembre 1997, n. 469, come modificato dall'articolo 6 della presente legge. La richiesta di accertamento e il periodo necessario per il suo compimento non costituiscono causa di sospensione del rapporto di lavoro. Il rapporto di lavoro può essere risolto nel caso in cui, anche attuando i possibili adattamenti dell'organizzazione del lavoro, la predetta...

    please wait

    Caricamento in corso...