Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • EPIGRAFE

      Decreto del Presidente della Repubblica 1986 - Approvazione del testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro (IMPOSTA DI REGISTRO) 12 (A).

       

      (A) In riferimento al presente decreto vedi:

      Circolare del Ministero dell'Economia e delle Finanze 15 maggio 1998, n. 126/E; Circolare del Ministero dell'Economia e delle Finanze 9 giugno 1998, n. 143/E; Circolare del del Ministero dell'Economia e delle Finanze 10 settembre 1998, n. 214; Circolare del Ministero delle Finanze 13 gennaio 1999, n. 15; Circolare del Ministero delle Finanze 20 gennaio 1999, n. 21; Circolare del Ministero delle Finanze 12 febbraio 1999, n. 34; Nota del del Ministero delle Finanze 24 aprile 1999, n. 3; Circolare del Ministero delle Finanze 20 marzo 2000, n. 50; Circolare del Ministero delle Finanze 26 maggio 2000, n. 111; Circolare del Ministero delle Finanze 11 luglio 2000, n. 142; Circolare del Ministero delle Finanze 1° marzo 2001, n. 19; Risoluzione del Ministero delle Finanze 4 ottobre 2001 n. 149; Risoluzione del Ministero delle Finanze 28 dicembre 2001, n. 217; Risoluzione del Ministero delle Finanze 1° febbraio 2002, n. 35; Risoluzione del Ministero delle Finanze 20 febbraio 2002, n. 52; Nota del Ministero dell'Economia e delle Finanze 16 luglio 2002, n. 70572; Risoluzione del Ministero delle Finanze 31 luglio 2002, n. 254; Circolare del Ministero delle Finanze 14 agosto 2002, n. 69; Risoluzione del Ministero delle Finanze 31 marzo 2003, n. 77; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 5 giugno 2003, n. 126/E; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 21 luglio 2003, n. 154/E; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 6 ottobre 2003, n. 192/E; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 1 marzo 2004, n. 22/E; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 16 marzo 2004, n. 44/E; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 3 maggio 2004, n. 66/E; Risoluzione del Ministero dell'Economia e delle Finanze 25 febbraio 2005, n. 25; Risoluzione del Ministero dell'Economia e delle Finanze 7 aprile 2005, n. 43; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 16 febbraio 2006, n. 32/E; Circolare del Ministero dell'Economia e delle Finanze 3 aprile 2006, n. 11/E; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 31 ottobre 2006, n. 119/E; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 7 novembre 2006, n. 122/E; Risoluzione del Ministero dell'Economia e Finanze 27 novembre 2006, n. 134/E; Circolare del Ministero dell'Economia e delle Finanze 07 ottobre 2011, n. 44/E; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 26 marzo 2012 n. 27/E; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 21 giugno 2012 n. 27/E; Risoluzione Agenzia delle Entrate 17 ottobre 2012 n. 95/E; Circolare Agenzia delle Entrate 29 maggio 2013, n. 18/E; Risoluzione Agenzia delle Entrate 11 dicembre 2013, n. 90/E; 

      In riferimento alle Agevolazione 'prima casa' vedi:  Risposta Agenzia delle Entrate 11/09/2020 n. 345.



    • ARTICOLO N.65

      Divieti relativi agli atti non registrati.


    • 1. I pubblici ufficiali non possono menzionare negli atti non soggetti a registrazione in termine fisso da loro formati, né allegare agli stessi, né ricevere in deposito, né assumere a base dei loro provvedimenti, atti soggetti a registrazione in termine fisso non registrati.

      2. Gli impiegati dell'amministrazione statale, degli enti pubblici territoriali e dei rispettivi organi di controllo non possono ricevere in deposito né assumere a base dei loro provvedimenti atti soggetti a registrazione in termine fisso non registrati. Il divieto non si applica nei casi di cui alla lettera e) del comma 2 dell'art. 66.

      3. Gli impiegati di cui al comma 2 possono ricevere in deposito atti soggetti a registrazione in caso d'uso e assumere gli atti depositati a base dei loro provvedimenti, ma sono tenuti a trasmettere gli atti stessi in originale o in copia autenticata all'ufficio

      4. Gli impiegati delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e gli impiegati addetti alla tenuta di albi previsti dalle vigenti leggi non possono procedere all'iscrizione di società nell'anagrafe delle ditte o negli albi se non venga prodotto l'atto scritto e registrato da cui risulti la costituzione della società.

      5. Rimane fermo il disposto degli articoli 2669 e 2836 del codice civile per gli atti da trascrivere o iscrivere nei registri immobiliari.

      6. I divieti di cui ai commi 1 e 2 non si applicano per gli atti allegati alle citazioni, ai ricorsi e agli scritti defensionali, o comunque prodotti o esibiti davanti a giudici e arbitri, né per quelli indicati nei provvedimenti giurisdizionali o nei lodi arbitrali. Quando tuttavia il provvedimento o il lodo arbitrale è emesso in base a tali atti, questi devono essere inviati in originale o in copia autenticata al competente ufficio

      7. Gli atti in base ai quali...

    please wait

    Caricamento in corso...