Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • Testo vigente
    • EPIGRAFE

      Decreto Legge 2011 - LEGGE 13 maggio 2011, n. 70 (in Gazz. Uff., 13 maggio 2011, n. 110). - Decreto convertito, con modificazioni, in legge 12 luglio 2011, n. 106. - Semestre Europeo - Prime disposizioni urgenti per l'economia (A).

      (A) In riferimento al presente decreto vedi: Nota Ministero dell'Economia e delle Finanze 04 novembre 2011; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 28 novembre 2011 n. 51/E; Parere Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici 06 ottobre 2011 n. 174; Circolare Ministero per i beni e le attivita culturali 08 novembre 2011 n. 35009; Circolare Inps n. 2 del 13 gennaio 2012; Circolare INPDAP 15 dicembre 2011 n. 18; Nota Ministero dell'Economia e delle Finanze 01 febbraio 2012 n. 148047; Nota Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 01 febbraio 2012 n. 763; Circolare Inps 02 febbraio 2012 n. 10; Parere Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici 08 febbraio 2012 n. 4;Parere Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici 08 febbraio 2012 n. 12; Parere Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici 08 febbraio 2012 n. 10;Circolare Ministero della Difesa 24 febbraio 2012 n. 610155; Parere Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici 30 maggio 2012 n. 83;Parere Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici 30 maggio 2012 n. 90; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 01 giugno 2012 n. 19/E; Circolare Inps 08 giugno 2012 n. 80; Circolare Inail 02 agosto 2012 n. 348; Circolare Agenzia del Territorio 07 agosto 2012 n. 2/T; Risoluzione Agenzia delle Entrate 17 settembre 2012 n. 88/E; Parere Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici 10 ottobre 2012 n. 164; Circolare Agenzia delle Entrate 09 novembre 2012 n. 42/E; Nota Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 22 gennaio 2013 n. 495, Messaggio INPS - Istituto nazionale previdenza sociale 11/01/2018 n. 100



    • ARTICOLO N.7

      Semplificazione fiscale

      Vigente dal 30/12/2015

    • Art. 7

      1. Per ridurre il peso della burocrazia che grava sulle imprese e piu' in generale sui contribuenti, alla disciplina vigente sono apportate modificazioni cosi' articolate:

      a) esclusi i casi straordinari di controlli per salute, giustizia ed emergenza, il controllo amministrativo in forma d'accesso da parte di qualsiasi autorita' competente deve essere oggetto di programmazione da parte degli enti competenti e di coordinamento tra i vari soggetti interessati al fine di evitare duplicazioni e sovrapposizioni nell'attivita' di controllo. Codificando la prassi, la Guardia di Finanza, negli accessi di propria competenza presso le imprese, opera, per quanto possibile, in borghese (1);

      b) abolizione, per lavoratori dipendenti e pensionati, dell'obbligo di comunicazione annuale dei dati relativi a detrazioni per familiari a carico. L'obbligo sussiste solo in caso di variazione dei dati;

      c) abolizione di comunicazioni all'Agenzia delle entrate in occasione di ristrutturazioni che godono della detrazione del 36 per cento;

      d) i contribuenti in regime di contabilita' semplificata possono dedurre fiscalmente l'intero costo, per singole spese non superiori a 1.000 euro, nel periodo d'imposta in cui ricevono la fattura;

      e) abolizione della comunicazione telematica da parte dei contribuenti per acquisti d'importo superiore a 3.000 euro in caso di pagamento con carte di credito, prepagate o bancomat;

      f) i contribuenti non devono fornire informazioni che siano gia' in possesso del Fisco e degli enti previdenziali ovvero che da questi possono essere direttamente acquisite da altre Amministrazioni;

      g) la richiesta per rimborso d'imposta fatta dal contribuente in dichiarazione puo' essere mutata in richiesta di compensazione entro 120 giorni dalla...

    please wait

    Caricamento in corso...