Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • EPIGRAFE

      Decreto Legge 2006 - LEGGE 3 ottobre 2006, n.262 (in Gazz. Uff., 3 ottobre, n. 230). - Decreto convertito, con modificazioni, in legge 24 novembre 2006, n. 286 - Disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria (A).

      ---------------

      (A) In riferimento al presente decreto vedi: Circolare del Ministero dell’Economia e Finanze 19 gennaio 2007, n. 1 ; Circolare INPS 25 febbraio 2009, n. 31; Circolare AGEA 30 ottobre 2012 n. 39; Risoluzione Agenzia delle Entrate dicembre 2020 n. 76/E.



    • ARTICOLO N.2

      [ Misure in materia di riscossione ] 1


    •  

      1. All’articolo 3, comma 3, del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248, le parole da: “la maggioranza“ fino a: “ed“ sono soppresse.

      2. All’articolo 3 del decreto legislativo 13 aprile 1999, n. 112, dopo il comma 6 è inserito il seguente:

      “6-bis. L’attività di riscossione a mezzo ruolo delle entrate indicate dal comma 6, se esercitata dagli agenti della riscossione con esclusivo riferimento alla riscossione coattiva, è remunerata con un compenso maggiorato del 25 per cento rispetto a quello ordinariamente previsto, per la riscossione delle predette entrate, in attuazione dell’articolo 17“.

      3. Al decreto legislativo 13 aprile 1999, n. 112, sono apportate le seguenti modificazioni:

      a) nell’articolo 17:

      1) il comma 3 è sostituito dal seguente:

      “3. L’aggio di cui al comma 1 è a carico del debitore:

      a) in misura determinata con il decreto di cui allo stesso comma 1, e comunque non superiore al 5 per cento delle somme iscritte a ruolo, in caso di pagamento entro il sessantesimo giorno dalla notifica della cartella di pagamento; in tale caso, la restante parte dell’aggio è a carico dell’ente creditore;

      b) integralmente, in caso contrario“;

      2) dopo il comma 3 è inserito il seguente:

      “3-bis. Nel caso previsto dall’articolo 32, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46, l’aggio di cui ai commi 1 e 2 è a carico:

      a) dell’ente creditore, se il pagamento avviene entro il sessantesimo giorno dalla data di notifica della cartella;

      b) del debitore, in caso contrario“;

      3) al comma 7-ter è aggiunto, in fine, il...

    Non sono presenti correlazioni

    please wait

    Caricamento in corso...