Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • EPIGRAFE

      Decreto Legge 2005 - LEGGE 30 settembre 2005 n. 203 (in Gazz.Uff., 3 ottobre, n. 230). Decreto convertito, con modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248. - Misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria (1) (2).

      (1) A norma dei Comunicati 3 gennaio 2006, (in Gazz. Uff., 3 gennaio, n. 2), le disposizioni del D.L. 2 novembre 2005, n. 223 e del D.L. 3 novembre 2005 n. 224 , non convertiti in legge, sono state recepite dal presente decreto-legge.

      (2) In riferimento al presente decreto legge vedi: Circolare del Ministero dell'Ecomia e delle Finanze 7 novembre 2006, n. 38, Circolare del Ministero dell'Economia e delle Finanze 8 gennaio 2007 e Circolare INPS 31 marzo 2011, n. 61.



    • ARTICOLO N.3

      Disposizioni in materia di servizio nazionale della riscossione

    • Art. 3.

      1. A decorrere dal 1° ottobre 2006, è soppresso il sistema di affidamento in concessione del servizio nazionale della riscossione e le funzioni relative alla riscossione nazionale sono attribuite all'Agenzia delle entrate, che le esercita mediante la società di cui al comma 2, sulla quale svolge attivita' di coordinamento, attraverso la preventiva approvazione dell'ordine del giorno delle sedute del consiglio di amministrazione e delle deliberazioni da assumere nello stesso consiglio (1).

      2. Per l'immediato avvio delle attività occorrenti al conseguimento dell'obiettivo di cui al comma 1 ed al fine di un sollecito riordino della disciplina delle funzioni relative alla riscossione nazionale, volto ad adeguarne i contenuti al medesimo obiettivo, l'Agenzia delle entrate e l'Istituto nazionale della previdenza sociale (I.N.P.S.) procedono, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, alla costituzione della «Riscossione S.p.a.», con un capitale iniziale di 150 milioni di euro, di cui il 51 per cento versato dall'Agenzia delle entrate ed il 49 per cento versato dall'INPS (2).

      3. All'atto della costituzione della Riscossione S.p.a. si procede all'approvazione dello statuto ed alla nomina delle cariche sociali; [la maggioranza dei membri del consiglio di amministrazione è composta da dirigenti di vertice dall'Agenzia delle entrate e dell'I.N.P.S. ed] il presidente del collegio sindacale è scelto tra i magistrati della Corte dei conti (3) .

      4. La Riscossione S.p.a., anche avvalendosi, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, di personale dell'Agenzia delle entrate e dell'I.N.P.S. ed anche attraverso altre società per azioni, partecipate ai sensi del comma 7:

      ...

    please wait

    Caricamento in corso...