• Fatto

    RITENUTO IN FATTO

    1. Con il provvedimento impugnato, il Tribunale di Salerno, giudice del casellario D.P.R. n. 313 del 2002, ex art. 40, ha ordinato la cancellazione dal casellario giudiziale, inerente alla persona di D.M.L., del provvedimento emesso il 17 ottobre 2017 dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Nocera Inferiore, col quale era stata disposta l'archiviazione del procedimento iscritto nei confronti dello stesso D.M. per il reato di cui all'art. 650 c.p., essendo stata ravvisata la causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto, ai sensi dell'art. 131-bis c.p..

    A ragione della decisione il Tribunale ha addotto che il provvedimento di archiviazione non costituisce un provvedimento definitivo e, pertanto, non rientra tra quelli soggetti ad iscrizione.

    2. Ricorre il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno che chiede l'annullamento del provvedimento impugnato, denunciando la violazione di legge in relazione al D.P.R. n. 303 del 2002, art. 3, comma 1, lett. f).

    Il giudice del casellario avrebbe errato nell'interpretazione della norma di legge, secondo la quale nel casellario giudiziale devono essere iscritti "i provvedimenti giudiziari definitivi che hanno prosciolto l'imputato o dichiarato non luogo a procedere per difetto di imputabilità, o disposto una misura di sicurezza, nonchè quelli che hanno dichiarato la non punibilità ai sensi dell'art. 131 bis c.p.".

    Secondo il ricorrente, l'ultima parte di tale norma, tramite la congiunzione "nonchè", fa espresso riferimento a tutti i provvedimenti che hanno dichiarato la non punibilità del fatto ai sensi dell'art. 131-bis c.p., essendo l'iscrizione funzionale al corretto apprezzamento, in eventuali procedimenti futuri, dell'abitualità del comportamento illecito da parte dello stesso soggetto, integrante condizione ostativa all'ulteriore applicazione della medesima causa di non...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
  • Diritto

    CONSIDERATO IN DIRITTO

    1. Il ricorso deve essere rimesso alle sezioni unite, come richiesto dal Procuratore generale, sussistendo un contrasto giurisprudenziale che, ad avviso del Collegio, favorevole all'orientamento minoritario, non può dirsi composto.

    2. E' opportuno evidenziare che il giudice del casellario ha ordinato la cancellazione dell'iscrizione, richiamando la sentenza della sezione quinta di questa Corte, nella quale si è affermato che "il provvedimento di archiviazione per particolare tenuità del fatto, non rientrando nella categoria dei provvedimenti giudiziari definitivi di cui al D.P.R. 14 novembre 2002, n. 313, art. 3, comma 1, lett. f), non è soggetto ad iscrizione nel casellario giudiziale" (Sez. 5, n. 3817 del 15/01/2018, Pisani, Rv. 272282).

    Nello stesso senso si era già espressa la sezione terza (Sez. 3, n. 30685 del 26/01/2017, Vanzo, Rv. 270247) e, successivamente, la sezione prima, (Sez. 1, n. 31600 del 25/06/2018, Matarrese, Rv. 273523).

    Aveva invece ritenuto il contrario, e cioè che fossero iscrivibili nel casellario giudiziale i decreti di archiviazione emessi ai sensi dell'art. 131-bis c.p., la stessa sezione quinta in altra sentenza (Sez. 5, n. 40293 del 15/06/2017, Serra, non massimata sul punto).

    Il contrasto tra le sentenze Vanzo e Serra era stato segnalato con relazione del Massimario n. 89/2017.

    2.1. Come si è accennato, la giurisprudenza di legittimità è prevalentemente orientata ad affermare che il provvedimento di archiviazione per particolare tenuità del fatto, non rientrando nella categoria dei provvedimenti giudiziari definitivi di cui al D.P.R. 14 novembre 2002, n. 313, art. 3, comma 1, lett. f), non è soggetto ad iscrizione nel casellario giudiziale.

    Tuttavia, le argomentazioni sviluppate dal Pubblico ministero ricorrente, che pur si dichiara consapevole dell'orientamento di legittimità al quale ha anche fatto riferimento il...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:

Legislazione Correlata (3)

Portali (1)

please wait

Caricamento in corso...