Estremi:
Cassazione civile, 2018,
  • Fatto

    FATTI DI CAUSA

    1. Con sentenza n. 92/2014 il Tribunale di Genova, su istanza di Banca Carige s.p.a., dichiarava il fallimento della società (OMISSIS) s.r.l. dopo aver constatato, ai fini della verifica della condizione di insolvenza, l'esito negativo del pignoramento mobiliare compiuto dal creditore istante in forza di un decreto ingiuntivo non opposto e aver preso atto che la compagine debitrice non aveva fornito alcuna prova dell'insussistenza dei presupposti di fallibilità.

    2. La Corte d'Appello di Genova, con sentenza pubblicata in data 31 ottobre 2014, rigettava il reclamo rilevando, quanto alla sussistenza dei requisiti di non fallibilità di cui alla L. Fall., art. 1, la mancanza di alcuna prova al riguardo e comunque il superamento del limite fissato per l'esposizione debitoria sulla base della documentazione disponibile, quanto alla condizione di insolvenza la sussistenza di uno stato di impotenza funzionale non transitoria a soddisfare regolarmente le obbligazioni inerenti l'attività di impresa; questa condizione non veniva elisa dall'ipotizzata possibilità di far fronte all'esposizione debitoria tramite la liquidazione del patrimonio immobiliare, che sarebbe comunque avvenuta tramite una rovinosa decurtazione del suo valore.

    3. Ha proposto ricorso per cassazione avverso questa pronuncia (OMISSIS) s.r.l. affidandosi a due motivi di ricorso.

    Ha resistito con controricorso Banca Carige s.p.a., la quale ha eccepito in via preliminare l'inammissibilità del ricorso avversario in conseguenza del mancato rispetto del termine di impugnazione previsto dalla L. Fall., art. 18, comma 14, dato che la sentenza della corte territoriale era stata notificata a controparte in data 31 ottobre 2014 mentre il ricorso per cassazione era stato notificato in data 22 aprile 2015.

    Il fallimento di (OMISSIS) s.r.l., seppur intimato, non ha svolto alcuna difesa.

    4. La sesta sezione di questa Corte, preso atto...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
  • Diritto

    RAGIONI DELLA DECISIONE

    5. Ritiene questo collegio che l'eccezione preliminare sollevata dall'originario creditore procedente sia fondata.

    5.1 La giurisprudenza di questa Corte (Cass. n. 10525/2016) ha già avuto modo di chiarire che la notifica del testo integrale della sentenza reiettiva del reclamo avverso la sentenza dichiarativa di fallimento, effettuata ai sensi della L. Fall., art. 18, comma 13, dal cancelliere mediante posta elettronica certificata, D.L. n. 179 del 2012, ex art. 16, comma 4, convertito con modificazioni dalla L. n. 221 del 2012, è idonea a far decorrere il termine breve per l'impugnazione in cassazione L. Fall., ex art. 18, comma 14, non ostandovi il nuovo testo dell'art. 133 c.p.c., comma 2, come novellato dal D.L. n. 90 del 2014, convertito, con modificazioni, dalla L. n. 114 del 2014, secondo il quale la comunicazione del testo integrale della sentenza da parte del cancelliere non è idonea a far decorrere i termini per le impugnazioni di cui all'art. 325 c.p.c..

    In particolare la decisione sopra richiamata ha osservato, in termini del tutto condivisibili, che "la novella dell'art. 133 c.p.c., comma 2, operata con il D.L. n. 90 del 2014, art. 45, comma 1, lett. b), convertito con modificazioni nella L. n. 114 del 2014, secondo cui la comunicazione, da parte della cancelleria, del testo integrale del provvedimento depositato non è idonea a far decorrere i termini per le impugnazioni di cui all'art. 325 c.p.c., è finalizzata a neutralizzare gli effetti della generalizzazione della modalità telematica della comunicazione, se integrale, di qualunque tipo di provvedimento, ai fini della normale decorrenza del termine breve per le impugnazioni, solo nel caso di atto di impulso di controparte, ma non incide sulle norme processuali, derogatorie e speciali (come l'art. 348 ter c.p.c., comma 3, nella parte in cui fa decorrere il termine ordinario per proporre il ricorso per cassazione avverso il...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:

Legislazione Correlata (4)

Portali (1)

please wait

Caricamento in corso...