• Fatto

    RITENUTO IN FATTO

    1.I sigg.ri C.V. e S.C. ricorrono per l'annullamento della sentenza del 28/04/2017 della Corte di appello di Potenza che, rigettando la loro impugnazione, ha confermato la condanna alla pena di sei anni e otto mesi di reclusione e 30.000 Euro di multa, il C., e di due anni e otto mesi di reclusione e 12.000 Euro di multa, la S., irrogata con sentenza del 19/04/2016 del Tribunale di Lagonegro per il reato di cui all'art. 110 c.p., D.P.R. n. 309 del 1990, art. 73, comma 1, per aver, in concorso fra loro, illecitamente detenuto, a fine di cessione a terzi, 44,28 grammi di sostanza stupefacente del tipo eroina dai quali erano ricavabili 314 singole dosi medie giornaliere. Il fatto è contestato come accertato in (OMISSIS), giorno del loro arresto in flagranza, con la recidiva di cui all'art. 99 c.p., comma 4, contestata al C..

    1.1.Con il primo motivo eccepiscono, ai sensi dell'art. 606 c.p.p., lett. b) e c), l'inosservanza o comunque l'erronea applicazione degli artt. 484 e 420-ter c.p.p., e la violazione del diritto di difesa quale conseguenza del mancato riconoscimento del legittimo impedimento a comparire dovuto a malattia del difensore ritualmente certificata dal medico curante.

    1.2.Con il secondo, deducendo la mancata qualificazione del fatto in termini di lieve entità, eccepiscono, ai sensi dell'art. 606 c.p.p., lett. b) e c), l'inosservanza o comunque l'erronea applicazione dell'art. 192 c.p.p. e D.P.R. n. 309 del 1990, art. 73, comma 5, e il vizio di mancanza di motivazione sul punto.

    1.3.Con il terzo motivo, il solo C. deduce la mancata esclusione della recidiva e la mancata applicazione delle circostanze attenuanti generiche ed eccepisce, ai sensi dell'art. 606 c.p.p., lett. b) e c), l'inosservanza o comunque l'erronea applicazione dell'art. 99 c.p., comma 4, e il vizio di motivazione apparente in ordine al diniego delle circostanze attenuanti generiche....

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
  • Diritto

    CONSIDERATO IN DIRITTO

    2.I ricorsi sono inammissibili.

    3.Il primo motivo è manifestamente infondato.

    3.1.Con istanza del 27/04/2017, depositata all'udienza del 28/04/2017, il difensore degli odierni ricorrenti aveva chiesto il rinvio dell'udienza perchè legittimamente impedito a comparirvi a causa di malattia certificata dal medico curante. Il certificato così recita: "Certifico che (...) è affetta da influenza. Si consigliano 4 gg. di riposo". La Corte di appello aveva respinto la richiesta, ribadita in udienza dal difensore d'ufficio, rilevando la mancanza del carattere assoluto dell'impedimento.

    3.2.In tema di legittimo impedimento a comparire, dell'imputato o del suo difensore, per malattia certificata da documentazione medica, questa Suprema Corte ha costantemente affermato il principio che il giudice, nel valutare il certificato medico, deve attenersi alla natura dell'infermità e valutarne il carattere impeditivo, potendo pervenire ad un giudizio negativo circa l'assoluta impossibilità a comparire solo disattendendo, con adeguata valutazione del referto e senza dover necessariamente disporre una "visita fiscale" o un accertamento tecnico, la rilevanza della patologia da cui si afferma colpito l'imputato o del difensore (Sez. U, n. 36635 del 27/09/2005, Gagliardi, Rv. 231810; Sez. 2, n. 12948 del 05/03/2004, Valentini, Rv. 228637; Sez. 5, n. 5193 del 15/03/1999, Damasco, Rv. 213174; Sez. 6, n. 1177 del 22/11/1995, Misit, Rv. 204557; Sez. 6, n. 10633 del 21/09/1992, Chiodo, Rv. 192154; Sez. 4, n. 12623 del 04/07/1988, Iuzzolino, Rv. 179999).

    3.3.L'indicazione del grado della febbre è essenziale per valutare la fondatezza, serietà e gravità dell'impedimento (Sez. 6, n. 20811 del 12/05/2010, Rv. 247348; Sez. 6, n. 24398 del 26/02/2008, De Macceis, Rv. 240352) sicchè è inidonea la certificazione medica che si limiti ad attestare un generico stato febbrile (cfr., sul punto, Sez. 5, n. 3558 del...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:

Legislazione Correlata (1)

Portali (1)

please wait

Caricamento in corso...