• Fatto

    RITENUTO IN FATTO

    1. La Corte d'appello di Milano ha confermato la sentenza di prima cura, che aveva condannato D.L.G. e B.S. per reati connessi al fallimento del (OMISSIS) s.c.p.a. (già (OMISSIS)), dichiarato il 16/4/2009.

    1.1. D.L. è stato condannato per avere, nella qualità di Direttore Generale del Consorzio dal 26/1/2005 al 21/5/2007:

    - distratto o dissipato somme varie, di rilevante ammontare (vari milioni di Euro), trasferendole nella disponibilità di soggetti vari senza giustificazione alcuna, o con giustificazione pretestuosa (capo aa, da n. 1 a n. 8);

    - cagionato o concorso a cagionare il dissesto societario mediante falsi in bilancio relativi agli anni 2004, 2005 e 2006, che avevano alterato in modo sensibile la rappresentazione della situazione economica e finanziaria della società (capo ab);

    - cagionato il fallimento della società per effetto di operazioni dolose, consistite nell'aver chiesto ed ottenuto dalla B.C.C. Alta Padovana un finanziamento di dieci milioni di Euro a favore della "Fattoria La Peschiera srl" (riconducibile a D.L.G. e G.G.: quest'ultimo giudicato a parte), garantito al 50% dal Consorzio; nell'aver acquisito in proprio circa il 60% di detto finanziamento e nell'aver distratto o dissipato, in forme varie, la somma relativa, ammontante a circa sei milioni di Euro (capo ac).

    - sottratto o falsificato le scritture contabili allo scopo di avvantaggiare sè stesso, ovvero di averle tenute in guisa da non rendere possibile la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari (capo ad).

    1.2. B.S. è stato condannato - oltre che per i medesimi reati contestati a D.L. ai capi ab)-ac)-ad) - per avere, quale Direttore Generale del Consorzio dal 22/5/2007 al 17/11/2007, distratto o dissipato le seguenti somme (capo aa, nn. 9-10-11):

    - Euro 140.000 corrisposti, senza titolo...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
  • Diritto

    CONSIDERATO IN DIRITTO

    Il ricorso proposto nell'interesse di D.L. è inammissibile, per le ragioni di seguito esposte.

    1. La prima critica mossa alla sentenza impugnata è quella di aver valorizzato il ruolo dell'imputato nella società (quello di direttore generale) senza tener conto del fatto che D.L. si limitava ad eseguire le direttive del Consiglio di Amministrazione e non poteva essere ritenuto, per via del ruolo ricoperto, il "vero signore della società". Trattasi di critica che - oltre a non tener conto del ruolo, compiutamente esposto in sentenza, di D.L. nei singoli atti di gestione - ignora persino il dato normativo, costituito dal fatto che tra i soggetti attivi dei reati fallimentari vi è proprio il direttore generale (art. 223 L. Fall.), che riveste un ruolo apicale nelle società di capitali ed è tenuto al rispetto delle leggi e dello statuto societario al pari degli amministratori. La sua posizione è infatti assimilata per legge a quella di questi ultimi, per gli ampi poteri di cui dispone, che lo mettono in condizione di potersi, e di doversi, astenere dalle attività che recano danno alla società e ne compromettono le sorti. Non a caso la responsabilità civile del Direttore Generale è modellata su quella degli amministratori (art. 2396 cod. civ.), nonostante sia legato alla società non già da un rapporto organico, ma da un rapporto di dipendenza. Nel caso specifico, poi, le sentenze di primo e secondo grado sottolineano che le "amplissime funzioni del D.L. di ordinaria e straordinaria amministrazione senza limiti di spesa ne facevano un diretto gestore con poteri illimitati" (pag. 7 della sentenza d'appello): situazione nemmeno contestata dal ricorrente, che si è limitato a svolgere critiche astratte, senza entrare nello specifico della posizione del proprio assistito.

    1.1. Del tutto inconferente, poi, è la deduzione che il fallimento sia avvenuto due anni dopo la perdita della carica di...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:

Legislazione Correlata (1)

Portali (1)

please wait

Caricamento in corso...