• Fatto

    DECRETO

    I. Questioni preliminari: procedibilità del ricorso e sopravvenuta carenza di interesse al ricorso.

    . La sig.ra Al. Ba. (di seguito: Ba., o l'amministratrice o la resistente) ha preliminarmente eccepito l'improcedibilità del ricorso perché: - in data 26 marzo 2018 si è tenuta l'assemblea straordinaria all'esito della quale è stata deliberata la trasformazione della Società in s.r.l. con capitale nominale di 1.000,00; - tale trasformazione avrebbe comportato il “venir meno” del collegio sindacale; - nelle s.r.l. sarebbe inammissibile il ricorso alla procedura ex art. 2409 c.c. (Cass., n. 403 del 2010). . La ricorrente ha altresì eccepito il venir meno dell'interesse dei ricorrenti al ricorso, avendo rassegnato le dimissioni in data 14 marzo 2018, con lettera raccomandata indirizzata sia alla Società che al Collegio sindacale.

    * Le eccezioni di parte ricorrente non sono fondate e devono essere rigettate.

    Intercrediti, al momento del ricorso, era società per azioni, come tale munita di collegio sindacale.

    A seguito di delibera adottata dall'assemblea straordinaria del 26 marzo 2018 la Società è stata trasformata in s.r.l. con capitale di 1.000,00 euro.

    La trasformazione, ad oggi, non risulta efficace ex art. 2500 ult. comma c.c., in quanto non risultano provati in atti i relativi adempimenti pubblicitari.

    E' appena il caso di aggiungere che, in ogni caso, costituisce dato del tutto pacifico che la trasformazione della società di capitali da s.p.a. ad s.r.l. non determina alcun fenomeno successorio in quanto il soggetto giuridico trasformato rimane lo stesso, sebbene diversamente regolato secondo il tipo societario di approdo (art. 2498 c.c.) (1).

    Orbene, l'art. 2477 comma 1 c.c. dispone che lo statuto può prevedere la nomina di...

Correlazioni:

Legislazione Correlata (2)