• Fatto

    FATTI DI CAUSA

    1. Nel 2005 S.C., C.G. e Ci.Gi. convennero dinanzi al Tribunale di Ferrara F.L., la società O. Circorama di R.O. & c. s.a.s. e la società Assicurazioni Generali s.p.a., assumendo che il primo di essi, alla guida di un veicolo di proprietà della O. Circorama ed assicurato dalla Assicurazioni Generali, il (OMISSIS) causò un sinistro stradale che provocò la morte del loro parente C.F..

    Chiesero perciò la condanna dei convenuti al risarcimento dei danni rispettivamente patiti.

    Le attrici dedussero altresì che la società Generali, colposamente ritardando il pagamento dell'indennizzo, si fosse resa inadempiente al contratto di assicurazione della responsabilità civile stipulato con l'assicurata O. Circorama, e l'avesse di conseguenza esposta al rischio di restare priva di copertura per i danni eccedenti il massimale. Chiesero perciò, ai sensi dell'art. 2900 c.c., che la società Generali fosse condannata al pagamento dell'indennizzo anche oltre il massimale, per c.d. mala gestio propria, e che il relativo importo fosse ad esse attribuito in via surrogatoria.

    2. Con sentenza 31.3.2008 n. 476 il Tribunale condannò i due responsabili F.L. e O. Circorama a pagare alle attrici la complessiva somma di Euro 650.000; ma condannò la Generali a tenerli indenni solo nella minor somma di Euro 40.000, a causa dell'esaurimento del massimale.

    3. La sentenza venne appellata da S.C., C.G. e Ci.Gi. le quali si dolsero - per quanto in questa sede ancora rileva - dell'omessa pronuncia sulla domanda di condanna dell'assicuratore oltre il massimale, per mala gestio propria, da esse formulata in via surrogatoria ex art. 2900 c.c., attesa l'inerzia dell'assicurata nel far valere le proprie ragioni nei confronti del proprio assicuratore.

    4. Con sentenza 12.6.2015 n. 1107 la Corte...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
  • Diritto

    RAGIONI DELLA DECISIONE

    1. Il motivo unico di ricorso.

    1.1. Con l'unico motivo di ricorso le ricorrenti sostengono che la sentenza impugnata sarebbe affetta da un vizio di violazione di legge, ai sensi dell'art. 360 c.p.c., n. 3. E' denunciata, in particolare, la violazione degli artt. 1175,1176,1218,1224,1375,1917 e 2900 c.c.. Deducono, al riguardo, che la Corte d'appello avrebbe erroneamente liquidato il danno da mala gestio propria.

    Espongono che la Corte d'appello ha determinato la misura di tale danno in un importo pari alla differenza tra il debito risarcitorio ancora gravante sull'assicurato, e la minor somma che questi sarebbe invece oggi obbligato a pagare ai parenti della vittima, se l'assicuratore avesse tempestivamente adempiuto le sue obbligazioni, giungendo alla conclusione che tale danno fosse pari alla rivalutazione del massimale garantito, e maggiorato degli interessi legali.

    Così giudicando, proseguono le ricorrenti, la Corte d'appello ha tuttavia trascurato di considerare che il loro difensore sin dal 1981 aveva rivolto all'assicuratore una proposta transattiva; che questa proposta era stata ingiustificatamente rifiutata dalla Generali; che l'adesione a quella proposta transattiva avrebbe avuto l'effetto di estinguere ogni obbligazione dell'assicurato verso le danneggiate.

    Pertanto, concludono le ricorrenti, il danno patito dall'assicurata O. Circorama (il cui credito è stato da esse azionato in via surrogatoria ex art. 2900 c.c.) era pari non già alla mera rivalutazione del massimale garantito, ma era pari all'intero importo che essa è oggi tenuta a pagare alle vittime del sinistro: se, infatti, l'assicuratore avesse immediatamente transatto la lite, il danno non sarebbe lievitato, l'assicurata sarebbe stata liberata, e nessuna obbligazione residua oggi graverebbe sulla O. Circorama.

    1.2. Il motivo è infondato.

    L'affermazione delle ricorrenti,...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:

Note a sentenza (1)

Legislazione Correlata (5)

Portali (1)

please wait

Caricamento in corso...