Estremi:
Cassazione civile, 2018,
  • Fatto

    FATTI DI CAUSA

    1. La società Rindone s.r.l. propose ricorso avverso l'avviso di accertamento emesso dall'Agenzia delle Entrate e relativo a maggiori imponibili Ires, Irap ed Iva, per l'annualità 2004, in conseguenza: a) della contabilizzazione e deduzione a fini d'imposizione diretta e detrazione Iva di fatture concernenti operazioni inesistenti rilasciate dalle imprese G.& C. Telecomunication s.r.l. e M.A.A. (ritenute prive di effettiva consistenza aziendale in assenza di dichiarazioni annuali, di versamenti d'imposta e per emissione di fatture su contratti di intermediazione non sottoposti a registrazione e privi di indicazione su entità dei compensi e tipo di contratto e di incarico da svolgere); b) della indebita deduzione di costi non di competenza nell'anno 2004 e di non inerenza per spese per alberghi e ristoranti, per nolo di trivella, per acquisto di carburante non documentato e per spese di rappresentanza.

    2. La Commissione tributaria della regione Sicilia, con sentenza del 18.05.2009 n.110, in riforma della sentenza di rigetto di primo grado, accolse il ricorso con l'eccezione delle spese per alberghi e ristoranti e per le spese di rappresentanza eccedenti un terzo del loro ammontare, ritenendo che la fattura fosse documento idoneo a dimostrare un costo dell'impresa ai sensi del D.P.R. n. 633 del 1972, art. 21 e, dunque, non spettasse al contribuente provare l'effettività dell'operazione ma all'Amministrazione dimostrare l'inesistenza della stessa e tale prova non era stata fornita; quanto ai costi per ricerche di mercato, per l'acquisto di carburanti e per quelle relativo al nolo di una trivella, la deduzione veniva riconosciuta in presenza di documentazione con fattura ed in relazione a specifiche esigenze dell'impresa, quanto ai costi non di competenza per l'anno 2004 essi andavano dedotti in quanto nell'anno precedente non erano nè liquidi nè esigibili.

    Avverso tale sentenza, l'Agenzia...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
  • Diritto

    RAGIONI DELLA DECISIONE

    1. L'Agenzia delle entrate, accompagnando ciascun motivo da idoneo quesito, censura: a) con il primo motivo, la violazione dell'art. 2697 c.c. in relazione all'art. 360 c.p.c., comma 1, n. 3 deducendo che la giurisprudenza di questa Corte di cassazione, al contrario di quanto sostenuto nella sentenza impugnata, richiamando Cass. n. 1092 del 5 febbraio 1997 e n. 21953 del 2007, ha affermato che grava sul contribuente l'onere di provare la legittimità e la correttezza delle operazioni dichiarate inesistenti; b) con il secondo motivo, insufficiente motivazione su fatto controverso e decisivo che si ravvisa nella prova della esistenza oggettiva delle fatture attraverso la sola esibizione dei mezzi di pagamento costituiti da titoli bancari; c) con il terzo motivo, violazione di legge in relazione all'art. 112 c.p.c. in quanto la sentenza impugnata, pronunciando su eccezione in senso stretto, ha ritenuto deducibile il costo per l'acquisto di carburante pari in effetti ad Euro 118.423 e non ad Euro 23.685,57 come indicato in sentenza, sulla considerazione che la società utilizzasse automezzi privi di targa perchè circolanti solo all'interno del cantiere, senza che tale circostanza fosse stata introdotta dalla parte ricorrente in primo grado nè in appello; d) con il quarto motivo, la violazione del D.M. n. 6287 del 7 giugno 1977 e del D.P.R. n. 444 del 10.11.1997 e falsa applicazione del D.P.R. n. 633 del 1972, art. 21, in relazione all'art. 360 c.p.c., comma 1, n. 3, in quanto la Commissione regionale aveva attribuito rilievo probatorio alle fatture relative all'acquisto del carburante contraddicendo il contenuto del D.M. n. 6287 del 1977 che imponeva che gli acquisti di carburante da parte dei soggetti d'imposta dovessero risultare da apposite annotazioni eseguite in una scheda conforme al modello allegato al D.M. con divieto di rilasciare le fatture di cui al D.P.R. n. 633 del 1972, art. 21, salvo le eccezioni non...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:
please wait

Caricamento in corso...