• Fatto

    CONSIDERATO IN FATTO

    P.V. propose azione revocatoria ordinaria dell'atto di costituzione di fondo patrimoniale su beni immobili stipulato dai coniugi S.P. e A.P., quest'ultimo garante dell'adempimento delle obbligazioni assunte dalla società Nizza s.r.l. verso il P. con tre contratti preliminari di vendita di immobili.

    La domanda, disattesa in primo grado dal Tribunale di Lecco, è stata accolta, a seguito di impugnazione, dalla Corte di Appello di Milano con la sentenza n. 3467/2015 del 1 settembre 2015.

    Premesso che in tema di negozio costitutivo di fondo patrimoniale l'eventus damni è integrato dalla mera variazione qualitativa del patrimonio del debitore (da cui discende il pericolo di danno dell'eventuale infruttuosità di azioni esecutive) e per la scientia damni è sufficiente la mera consapevolezza del pregiudizio arrecato agli interessi dei creditori, la Corte meneghina ha, con riferimento al caso concreto, dato rilievo all'epoca di costituzione del fondo (appena otto giorni dopo la notifica all' A. di un decreto ingiuntivo di pagamento di circa due milioni di Euro), all'omessa allegazione di necessità familiari giustificanti il negozio ed alla mancata prova dell'esistenza di ulteriori beni dell' A. idonei a soddisfare le pretese creditorie.

    Ricorrono per cassazione S.P. e A.P., affidandosi a tre motivi; resiste, con controricorso, P.V.. Ambedue le parti hanno depositato memoria illustrativa.

    Alla pubblica udienza celebrata il 26 ottobre 2017, il Collegio ha rilevato ex officio la questione della improcedibilità del ricorso per omesso deposito nelle forme rituali della copia notificata della sentenza impugnata e la ha sottoposta al contraddittorio delle parti; esaurita la discussione, ha deliberato in Camera di consiglio il giorno 5 dicembre 2017, a seguito di riconvocazione.

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
  • Diritto

    RITENUTO IN DIRITTO

    1. Nella memoria ex art. 378 c.p.c., parte ricorrente ha formulato istanza di riunione, per ragioni di connessione oggettiva (specificamente, di pregiudizialità - dipendenza in senso tecnico), del presente ricorso a quello iscritto al numero 26963 del R.G. dell'anno 2015, pendente innanzi altra sezione della Corte, avente ad oggetto la decisione sull'esistenza del credito a tutela del quale è stata esperita l'azione revocatoria in questa sede controversa.

    La richiesta, peraltro palesemente infondata (cfr., ex plurimis, Cass. 10/02/2016, n. 2673; Cass. 12/07/2015, n. 17257; Cass. 06/10/2005, n. 19492), resta al momento assorbita dalla natura interlocutoria della presente ordinanza.

    2. In via preliminare, va esaminata la questione - rilevata di ufficio - dell'improcedibilità del ricorso ai sensi dell'art. 369 c.p.c., comma 2, n. 2, per mancato deposito della "copia autentica della sentenza o della decisione impugnata con la relazione di notificazione, se questa è avvenuta".

    Parte ricorrente ha espressamente dedotto che la sentenza impugnata, pronunciata dalla Corte di Appello di Milano in data 1 settembre 2015 n. 3467/2015, le è stata notificata via posta elettronica certificata il giorno 8 settembre 2015.

    Agli atti del fascicolo, si rinviene (allegata dal ricorrente) copia autentica di detta sentenza, rilasciata con attestazione di conformità dalla Cancelleria dell'Ufficio giudiziario emittente.

    Quanto alla relazione di notificazione, parte ricorrente ha prodotto soltanto la copia stampata, priva di qualsivoglia attestazione di conformità, di un messaggio di posta elettronica certificata datato "07/09/2015 ore 17.21" - apparentemente proveniente dalla casella p.e.c. dell'Avv. Anna Zazzeri (difensore di P.V. nel giudizio di appello), diretto alle caselle p.e.c. dell'Avv. Giorgio Junginger e dell'Avv. Elisa Jungiger (procuratori costituiti di ...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:

Note a sentenza (1)

Legislazione Correlata (1)

Portali (2)

please wait

Caricamento in corso...