Estremi:
Cassazione civile, 2017,
  • Fatto

    FATTO E DIRITTO

    PREMESSA.

    1. - Il Collegio è investito dell'esame di un ricorso proposto contro una sentenza con cui la Corte d'appello di Brescia ha rigettato l'opposizione a un provvedimento sanzionatorio adottato dalla Commissione nazionale per le società e la Borsa - CONSOB in fattispecie di abuso di informazioni privilegiate commesso dall'insider secondario.

    Con tale provvedimento sanzionatorio la CONSOB ha applicato la sanzione amministrativa pecuniaria di Euro 885.606, la sanzione accessoria dell'interdizione dagli uffici direttivi per un periodo di nove mesi nonchè la confisca per equivalente di beni di proprietà del trasgressore per un valore di Euro 6.182.919.

    La violazione sanzionata è stata commessa nell'anno 2002, quando l'abuso di informazioni privilegiate dell'insider secondario costituiva reato ai sensi del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, art. 180, comma 2, (Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria - TUF).

    La pena comminata per tale reato era la reclusione fino a due anni e la multa da venti a seicento milioni di lire. Era inoltre prevista la confisca diretta dei mezzi, anche finanziari, utilizzati per commettere il reato e dei beni che ne costituiscono il profitto (salvo che essi appartenessero a persona estranea al reato).

    La L. 18 aprile 2005, n. 62, art. 9 (Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunità europee - Legge comunitaria 2004) ha depenalizzato tale condotta, trasformandola in illecito amministrativo; contestualmente, riformulando l'art. 187-bis TUF, ne ha previsto la punizione con una sanzione pecuniaria da Euro ventimila a Euro tre milioni (sanzione poi quintuplicata dalla L. 28 dicembre 2005, n. 262, art. 39, comma 3, recante "Disposizioni per le tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari"), nonchè - ove non sia possibile la confisca diretta - con la confisca per...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:
please wait

Caricamento in corso...