Estremi:
Tribunale Milano, 1990,
  • Fatto

    SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

    Con atti notificati in data 31 maggio 1982, Go. Va. e Ca. Da., nella loro qualità di genitori esercenti la potestà sul figlio minore Ro. Go., nato il (omissis...), esponevano che il giorno 14 febbraio 1982, alle ore 16,05, mentre Ro. Go. stava attraversando il passaggio pedonale sito in (omissis...), era stato investito dall'autovettura Fiat 500 tg. (omissis...), condotta da Ch. El. Va. ed in proprietà di Ve. Em..

    Convenivano pertanto in giudizio Ch. El. Va., Ve. Em. e la Unica Assicurazioni, corrente in Mi., in persona del legale rappresentante pro tempore, compagnia assicuratrice per la R.C.A. dell'auto Fiat 500, affinchè il tribunale, previa declaratoria dell'esclusiva responsabilità, condannasse la controparte al risarcimento del danno subito.

    Su autorizzazione del G.I., gli attori provvedevano a rinotificare l'atto di citazione alla Ve. Em. in data 3 novembre 1982.

    Si costituivano tutti i convenuti, i quali concludevano per il rigetto della domanda ed, in via subordinata, per la declaratoria di corresponsabilità del minore nella produzione dell'incidente stradale.

    Acquisito il rapporto giudiziario relativo all'incidente il G.I. disponeva consulenza medico-legale sulle lesioni patite dal Go. Ro..

    Il G.I., a seguito del decreto con il quale la Unica Assicurazioni era stata posta in liquidazione coatta amministrativa, in data 16 novembre 1984dichiarava l'interruzione del processo.

    Con atti notificati in data 11, 18, 25 gennaio 1985 riassumevano la causa gli attori nei confronti di Ve. Em., di Ch. El. Va., della Unica Assicurazione Spa in persona del liquidatore Ca. Cr., nonchè della Ambra Assicurazioni Spa, in nome e per conto dell'NA (Ndr: testo originale non comprensibile), gestione autonoma del Fondo garanzia per le vittime della strada, in persona del legale rappresentante pro-tempore.

    Con atto notarile 7 marzo 1985 Go. Va. e Ca. Da., in proprio e nella loro...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
  • Diritto

    MOTIVI DELLA DECISIONE

    Devesi preliminarmente di chiarare la contumacia della Unica Assicurazioni Spa, in liquidazione coatta amministrativa, non costituitasi in giudizio, a seguito della notifica dell'atto riassuntivo del processo.

    Nel merito, ritiene il collegio che debba dichiararsi l'esclusiva responsabilità di Ch. El. Va. in ordine all'incidente del 14 febbraio 1982.

    Emerge dal rapporto redatto dai vigili urbani (e confermato in udienza dal Ra. Le.) che il minore Go. Ro. stava attraversando la strada sulle strisce pedonali allorchè fu investito dall'auto Fiat 500 condotta dal Ch..

    Infatti la teste oculare Ba. Co., nell'immediatezza dei fatti, ebbe a dichiarare ai vigili che si trovava sul marciapiede antistante gli stabili civici numerici dispari di via (omissis...), allorchè vide un bambino “che camminava sulla carreggiata parallelamente a delle auto in sosta lungo il cordolo del marciapiede antistante gli stabili civici numeri pari della via in parola. Quando questi è giunto in corrispondenza dell'attraversamento pedonale zebrato... stato investito dall'autovettura Fiat 500 che sopraggiungeva da tergo e che lo ha sbalzato in avanti di circa 10 metri”.

    La stessa Ba., escussa come teste, ha ribadito che bambino Ro. Go. camminava normalmente sul marciapiede e “ad un certo punto iniziò l'attraversamento sulle strisce pedonali. Improvvisamente l'ho visto volare, in quanto una 500 bianca proveniente da destra l'aveva investito”; ha aggiunto che l'auto si era fermata “parecchio più avanti”, rispetto al punto d'urto.

    Non risulta invece provata la tesi dei convenuti, secondo cui il minore, sia sbucato improvvisamente da dietro le auto in sosta ed abbia cercato repentinamente di attraversare la strada, prima del passaggio pedonale, allorchè sopraggiungeva l'auto Fiat 500. Infatti, il teste Fr. Lu. non ha visto le modalità dell'incidente; invece, il teste Al. Da., che trovavasi a bordo dell'auto Fiat...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
please wait

Caricamento in corso...