Estremi:
T.A.R. Potenza, (Basilicata), 2017,
  • Fatto

    FATTO e DIRITTO

    Con atto notificato il 18 marzo 2016 e depositato il 24 marzo 2016, il sig. Sa. El. - MA.s. UPS Luog. CC dell'Arma dei Carabinieri, in congedo dall'11 maggio 2014 - chiede l'accertamento del diritto al risarcimento dei danni patiti a seguito dell'illegittimità dei provvedimenti del Comandante della Regione Carabinieri della Basilicata in data 25 marzo 2009, n. 674/67-T - di "trasferimento d'autorità del Lgt. El. Sa. dalla Stazione CC di Matera al Reparto Comando Regionale, per l'impiego all'Ufficio Logistico - Sezione Sanità, quale addetto, senza alloggio di servizio, con movimento da eseguire a riacquistata idoneità fisica al s.m.i." - e in data 11 maggio 2009, n. 674/84-T, di rigetto dell'istanza di trasferimento a domanda avanzata il 20 febbraio 2009. Chiede, conseguentemente, la condanna dell'amministrazione intimata al pagamento della somma di € 97.968,21, pari alla metà delle retribuzioni percepite nel corso del periodo dall'1 aprile 2009 all'11 maggio 2014 e comunque della somma maggiore o minore che risulti dovuta, oltre interessi e rivalutazione. In via subordinata chiede, poi, l'accertamento del suo diritto ad essere indennizzato per i pregiudizi derivatigli dal pur legittimo operato dell'amministrazione, con condanna di quest'ultima al pagamento della somma relativa, oltre interessi e rivalutazione.

    Deduce che, a seguito dei provvedimenti impugnati, ha perduto l'alloggio di servizio, ha dovuto prestare servizio ad oltre 100 km dalla precedente sede e ha subito un demansionamento e una grave lesione d'immagine.

    Per l'amministrazione intimata si è costituita in giudizio l'Avvocatura dello Stato ed ha sostenuto l'infondatezza del ricorso, eccependo pure l'intervenuta prescrizione di ogni diritto al risarcimento.

    La causa è stata assunta in decisione nella pubblica udienza del 5 luglio 2017.

    È preliminare ed assorbente l'esame dell'eccezione di...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
please wait

Caricamento in corso...