• Fatto

    svolgimento del processo

    Con atto di citazione ritualmente notificato, il sig. S. D’A., in proprio ed in qualità di amministratore unico della società G. Immobiliare Terza s.r.l., conveniva in giudizio il sig. M.D’A., la sig.ra G.M. e la C.C.I.A.A., in persona del Conservatore, chiedendo l’accertamento e la dichiarazione della “inesistenza dell’assemblea della G. Immobiliare Terza s.r.l. (e, conseguentemente, di ogni deliberazione in quella sede assunta) pretesamente tenutasi il giorno 1 agosto 2014 alle ore 10,00 presso lo Studio Mangiapane di Roma, ordinando conseguentemente al Conservatore del Registro delle Imprese di Roma la cancellazione della relativa iscrizione del verbale (pubblicato presso C.C.I.A.A. di Roma Registro Imprese con protocollo n. 49/PRA/2014/246571, codice pratica 801N3128, alle ore 14,47); ancora in via principale nella denegata ipotesi di dichiarazione di inesistenza: - dichiarare nulla la delibera, così come adottata nella riunione “autoconvocata” presso lo studio Mangiapane di Roma, dai soci M.D’A. e G.M. in data 1 agosto 2014, e registrata presso la C.C.I.A.A. in pari data al n. prot. RI/PRA/2014/246571, codice pratica 801N3128, portante anche revoca dell’amministratore unico per tutti i motivi sopra dedotti”.

    Rimasta contumace la Camera di Commercio, si costituivano i Sig.ri M.D’A. e G.M. i quali – eccepito preliminarmente il proprio difetto di legittimazione passiva – concludevano per il rigetto della domanda.

    Con ricorso depositato in cancelleria ai sensi dell’art. 669 quater e 700 c.p.c. in data 18 novembre 2014, il sig. S.D’A. , in proprio ed in qualità di amministratore unico della società G. Immobiliare Terza s.r.l., ricorreva al Tribunale di Roma, chiedendo l’adozione degli “opportuni provvedimenti per impedire al sig. M.D’A., autoproclamatosi amministratore unico, di procedere all’alienazione del patrimonio immobiliare della G. Immobiliare Terza s.r.l., esemplificativamente, ma non esaustivamente,...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
  • Diritto

    motivi della decisione

    Il Sig. S.D’A. e la G. Immobiliare Terza S.r.l. (rappresentata dal primo) hanno instaurato il presente giudizio civile al fine di sentire dichiarare l’inesistenza e/o la nullità delle deliberazioni assunte dalle assemblee della predetta società in data 1 agosto 2014.

    In via del tutto preliminare rispetto al merito della vicenda in esame occorre verificare la legittimazione delle parti del presente giudizio sia dal lato attivo che dal lato passivo.

    Come è noto, la legitimatio ad causam, attiva e passiva, consiste nella titolarità del potere e del dovere di promuovere o subire un giudizio in ordine al rapporto sostanziale dedotto in causa, mediante la deduzione di fatti in astratto idonei a fondare il diritto azionato, secondo la prospettazione dell’attore, prescindendo dall’effettiva titolarità del rapporto dedotto in causa, con conseguente dovere del giudice di verificarne l’esistenza in ogni stato e grado del procedimento. Da essa – pertanto – va tenuta distinta la titolarità della situazione giuridica sostanziale, attiva e passiva, per la quale non è consentito l’esame d’ufficio, poiché la contestazione della titolarità del rapporto controverso si configura come una questione che attiene al merito della lite e rientra nel potere dispositivo e nell’onere deduttivo e probatorio della parte interessata (cfr. Cassazione civile sez. III, 9 aprile 2009, n. 8699; Cassazione civile sez. II, 23 maggio 2012, n. 8175).

    Ebbene, in primo luogo, va verificata la legittimazione attiva ad impugnare le predette delibere da parte della società G. Immobiliare Terza S.r.l.

    L’art. 2479 ter c.c. attribuisce ai soci assenti, dissenzienti od astenuti, agli amministratori ed al collegio sindacale la legittimazione ad impugnare le decisioni dei soci che non sono prese in conformità alla legge o all’atto costitutivo e questo perché solo deliberazioni...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:

Note a sentenza (1)

Legislazione Correlata (1)

Portali (2)

please wait

Caricamento in corso...