• Fatto

    CONSIDERATO IN FATTO ED IN DIRITTO

    - che gli attori, in qualità di genitori esercenti la potestà sulla minore A.C., convenivano avanti l'intestato Tribunale la Milano Assicurazioni s.p.a, Ja Zuritel s.p.a. e Z.R. per ivi sentirli-condannare in solido tra loro, al risarcimento dei danni - patrimoniali e non - subiti dalla loro figlia minore: a seguito ed in conseguenza del sinistro avvenuto in data 17.6.2006 in via Aurelio in Roma ove, mentre si trovava à bordo, in qualità di trasportata, del motociclo Piaggio Liberty tg. ...omissis..., di proprietà e condotto dal padre, il mezzo in parola veniva investito "da tergo" dalla vettura Ford Vectra tg. ...omissis... di proprietà e condotta da Z.R. la responsabilità del quale nella causazione del sinistro doveva ritenersi "evidente";

    - che deducevano gli attori, a seguito di detto urto la piccola A.C. "veniva proiettata in alto, cadeva verso il basso infrangendo il parabrezza e scivolava rovinosamente in terra" riportando gravi lesioni con seri postumi permanenti per i danni complessivamente subiti gli attori avevano ricevuto in, via stragiudiziale - e trattenuto a titolo di acconto - l'ammontare complessivo di euro 12.086,00 (comprensivo di euro 1.318,02 a titolo di spese legali);

    - che si costituiva in giudizio la sola Milano Assicurazioni s.p.a. la quale, eccepita in via preliminare la improponibilità della domanda per non essere stata la richiesta di risarcimento "inviata ai sensi dell'art. 141 del D.lgs. n. 209/2005" e per non essere conforme al contenuto per essa prescritto dagli artt. 145 e 148 del medesimo decreto dedotta la già avvenuta piena soddisfazione di ogni pretesa degli attori con il versamento, da parte sua, della somma pagata in via stragiudiziale, resisteva alla domanda chiedendo, in ogni caso, accertarsi la responsabilità esclusiva dello Z.R. ai fini della rivalsa che si riservava di esercitare nei confronti della Zuritel s.p.a.;

    - che durante l'istruttoria, dato atto...

Correlazioni:

Legislazione Correlata (2)