Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • Testo vigente
    • EPIGRAFE

      Decreto Legge 2011 - LEGGE 6 dicembre 2011, n. 201 (in Suppl. ordinario n. 251 alla Gazz. Uff., 6 dicembre, n. 284). - Decreto convertito, con modificazioni, in legge 22 dicembre 2011, n. 214. - Disposizioni urgenti per la crescita, l'equita' e il consolidamento dei conti pubblici. (SALVA-ITALIA) (A)

      (A) In riferimento al presente decreto vedi: Parere Autorità garante per la concorrenza e il mercato 05 gennaio 2012 n. AS901; Circolare Agenzia del Demanio 23 gennaio 2012 n. 2119;Circolare Inps 13 gennaio 2012 n. 3; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 03 febbraio 2012 n. 11/E; Circolare Inps 02 febbraio 2012 n. 10; Circolare CNR 09 febbraio 2012 n. 8/21012; Messaggio INPS 23 febbraio 2012 n. 3204; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 01 marzo 2012 n. 6/E; Circolare Presidenza del Consiglio dei Ministri (vari Dipartimenti) 08 marzo 2012 n. 2/2012; Parere Autorità garante per la concorrenza e il mercato 05 marzo 2012 n. AS913; Circolare Inps 14 marzo 2012 n. 37; Circolare INPDAP 14 marzo 2012 n. 37; Circolare Ministero della Difesa 27 marzo 2012 n. 615992; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 24 aprile 2012 n. 39/E; Parere Autorità garante per la protezione dei dati personali 02 febbraio 2012 n. 1875293; Parere Autorità garante per la protezione dei dati personali 17 aprile 2012 n. 1886775; Nota INPDAP 15 maggio 2012 n. 8381; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 18 maggio 2012 n. 3/DF; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 30 maggio 2012 n. 16/E; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 07 giugno 2012 n. 54/E; Circolare Inps 08 giugno 2012 n. 81; Circolare Inps 08 giugno 2012 n. 78; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 19 giugno 2012 n. 25/E; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 02 luglio 2012 n. 28/E; Risoluzione Agenzia delle Entrate 04 luglio 2012 n. 72/E; Circolare Agenzia delle Entrate 05 luglio 2012 n. 29/E ;Risoluzione Agenzia delle Entrate 06 luglio 2012 n. 73/E; Parere Autorità garante per la concorrenza e il mercato 13 luglio 2012 n. AS960; Circolare Inps 18 luglio 2012 n. 99; Circolare Agenzia del Demanio 25 luglio 2012 n. 21584; Circolare Presidenza del Consiglio dei Ministri (vari Dipartimenti) 03 agosto 2012 n. 8/2012; Messaggio INPS 09 agosto 2012 n. 13343; Circolare Agenzia del Territorio 07 agosto 2012 n. 2/T; Circolare Agenzia delle Entrate 20 settembre 2012 n. 35/E; Circolare Ministero della Difesa 21 settembre 2012 n. 641278; Messaggio INPS 04 ottobre 2012 n. 16058; Circolare Inps 04 ottobre 2012 n. 119; Circolare Inps 17 ottobre 2012 n. 122; Circolare Inps 25 ottobre 2012 n. 126; Messaggio INPS 05 novembre 2012 n. 17897; Parere Autorità garante per la protezione dei dati personali 22 novembre 2012 n. 2174496;Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 13 dicembre 2012 n. 2/DF; Messaggio INPS 19 dicembre 2012 n. 20944; Messaggio INPS 04 gennaio 2013 n. 219; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 18 gennaio 2013 n. 2/DF; Circolare Inps 30 gennaio 2013 n. 15; Circolare Inps 08 febbraio 2013 n. 24; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 04 marzo 2013 n. 4/DF; Circolare Inps 18 marzo 2013 n. 41; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 28 marzo 2013 n. 5/DF; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 28 marzo 2013 n. 6/DF; Risoluzione Agenzia delle Entrate 02 aprile 2013 n. 22/E; Circolare Agenzia delle Entrate 03 aprile 2013 n. 8/E; Comunicato stampa Agenzia delle Entrate 05 luglio 2013, n. 102/E; 

      Contenuto riservato agli abbonati
      Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo


    • ARTICOLO N.14

      Istituzione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (A)


    • Art. 14

      [ 1. A decorrere dal 1° gennaio 2013 e' istituito in tutti i comuni del territorio nazionale il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento, ssvolto in regime di privativa pubblica ai sensi della vigente normativa ambientale, e dei costi relativi ai servizi indivisibili dei comuni (1).

      2. Soggetto attivo dell'obbligazione tributaria e' il comune nel cui territorio insiste, interamente o prevalentemente, la superficie degli immobili assoggettabili al tributo.

      3. Il tributo e' dovuto da chiunque possieda, occupi o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

      4. Sono escluse dalla tassazione, ad eccezione delle aree scoperte operative, le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili e le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva (2).

      5. Il tributo e' dovuto da coloro che occupano o detengono i locali o le aree scoperte di cui ai commi 3 e 4 con vincolo di solidarieta' tra i componenti del nucleo familiare o tra coloro che usano in comune i locali o le aree stesse.

      6. In caso di utilizzi temporanei di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, il tributo e' dovuto soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprieta', usufrutto, uso, abitazione, superficie.

      7. Nel caso di locali in multiproprieta' e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni e' responsabile del versamento del tributo dovuto per i locali ed aree scoperte di uso comune...

      Contenuto riservato agli abbonati
      Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo

    please wait

    Caricamento in corso...