Titolo:
Il danno non patrimoniale da perdita del rapporto parentale spetta anche alla convivente della madre della vittima.
  • Sommario

    Sommario: 1. Il caso; 2. Danno da perdita del rapporto parentale: riconoscimento e prova; 3. La quantificazione del danno non patrimoniale; 4. Il risarcimento del danno biologico da lutto; 5. I legittimati al risarcimento tra vincolo di sangue e vincolo affettivo.

  • 1. Il caso.

    La sentenza in commento prende in esame, unitamente ad altre questioni giuridiche, il problema dell’individuazione dei legittimati al risarcimento del danno da perdita del rapporto parentale (1), scaturente dalla morte di un ragazzo di 18 anni a seguito dello scontro tra l’autocarro sul quale lo stesso viaggiava e un’autovettura che invadeva la corsia opposta al proprio senso di marcia.

    La dinamica del sinistro non era oggetto di analisi da parte del giudicante, sia poiché nel procedimento non era specificamente contestata la responsabilità esclusiva del conducente dell’autovettura, sia perché nel giudizio civile venivano acquisiti gli atti del procedimento penale, ritenuti utilizzabili ai fini della decisione (2).

    Come noto, sono sempre maggiori le situazioni familiari che si discostano dal c.d. modello tradizionale di famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio di cui all’art. 29 della carta costituzionale. Nel caso di specie, a seguito della separazione dei genitori avvenuta quando la vittima primaria aveva 5 anni, quest’ultima viveva con la propria madre e la convivente di questa, mantenendo tuttavia rapporti con il proprio padre e i nonni da parte di entrambi i genitori. In totale, sono ben 8 gli attori che richiedono il risarcimento del danno da perdita del rapporto parentale, includendo anche il compagno della nonna paterna della vittima.

    L’aspetto più controverso durante il processo e lo spunto più interessante della sentenza provengono dal risarcimento riconosciuto in favore della convivente omosessuale della madre della vittima, poiché, pur in assenza di un vincolo parentale, l’istruttoria aveva dimostrato l’esistenza di un forte vincolo...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo

 

please wait

Caricamento in corso...