Titolo:
CO RPORATE GOVERNANCE ARTICOLI CONTROLLO DEI SINDACI SULL'AMMINISTRAZIONE E, IN PARTICOLARE, SULL'ASSETTO ORGANIZZATIVO, AMMINISTRATIVO E CONTABILE E SULLA GESTIONE DEI RISCHI AZIENDALI
  • Sommario

  • 1. Doveri dell'organo di controllo.

    I doveri dell'organo di controllo sono stabiliti nelle società per azioni (1) dall'art. 2403 cod. civ., al quale rinvia l'art. 2477, co. 5, con riferimento alle società a responsabilità limitata. Per organo di controllo deve intendersi il collegio sindacale nelle s.p.a. e, ove nominato, il collegio sindacale o il sindaco unico nelle s.r.l. D'ora innanzi, per brevità, si userà prevalentemente il termine “organo di controllo” per riferirsi sia al collegio sindacale, sia al sindaco unico, senza che giuridicamente possa farsi distinzione alcuna, in tema di doveri e responsabilità.

    I doveri dell'organo di controllo si sostanziano in un'attività di vigilanza e di controllo. Il termine “controllo” può evocare un quid pluris di attività rispetto a “vigilanza”, ma la differenza è labile, giacché è intuitivo che non è possibile sorvegliare attentamente qualsiasi condotta se non esperendo dei controlli. Il termine controllo pertanto è sinonimo di sorveglianza attiva e sarà utilizzato con questo significato nel proseguo di questo scritto.

    Per quanto concerne il contenuto, i doveri indicati dall'art. 2403 sono:

    a) controlli sull'osservanza della legge e dello statuto;

    b) controlli sull'amministrazione ed in particolare sull'adeguatezza dell'assetto organizzativo, amministrativo e contabile e sul suo funzionamento;

    c) controllo contabile, se previsto dallo statuto (2).

    Quindi due doveri necessari e uno...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
Correlazioni:

Legislazione Correlata (9)

Visualizza successivi
please wait

Caricamento in corso...