Titolo:
L'amministratore giudiziario gestisce la società: il compenso lo deve pagare lei
  • Sommario

  • L'amministratore giudiziario nominato nel procedimento disciplinato dall'art. 2409 c.c. per la natura stessa dell'attività che gli è demandata dal giudice, che si concreta nella gestione della società, strumentale al ripristino del suo corretto funzionamento, non rientra nella categoria degli ausiliari del giudice prevista dal d.P.R. n. 115/2002, con la conseguenza che il rimedio dato contro il provvedimento che dispone la liquidazione del compenso per l'opera da esso prestata non può consistere nell'opposizione prevista dal citato d.P.R. n. 115/2002, art. 170, ma deve individuarsi, attesa la natura monitoria del decreto pronunciata ai sensi dell'art. 92 disp. att. c.p.c., nel rimedio di carattere generale previsto dall'art. 645 c.p.c..

    Quotidiano del 5 dicembre 2014

    Così si è espressa la Corte di Cassazione nella sentenza n. 25661, depositata il 4 dicembre 2014.

    Il fatto. Il Presidente di Sezione del Tribunale territorialmente competente, con ordinanza dichiarava inammissibile il ricorso proposto ex art. 170 d.p.r. n. 115/2002, dalla parte (intervenuta nel giudizio ex art. 2409 c.c. nella qualità di erede del socio ed amministratore unico di una società per azioni, revocato dalla carica) nei confronti dell'amministratore giudiziario degli altri soci e della stessa società, avverso il decreto, reso dal Tribunale adito, di liquidazione del compenso all'amministratore giudiziario per l'attività svolta, somma posta, nella specie, a carico della società. Avverso la detta pronuncia ricorre l'erede con ricorso per cassazione ex art. 111 Cost.

    I riferimenti normativi. Secondo l'art. 2409, comma 4, c.c., se le violazioni denunziate sussistono ovvero se gli accertamenti e le attività compiute ai sensi del comma 3, risultano insufficienti alla loro eliminazione, il tribunale può disporre gli opportuni provvedimenti provvisori e convocare...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo

 

please wait

Caricamento in corso...