Titolo:
Responsabilità del cessionario per debiti inerenti al ramo d'azienda trasferito.
  • Sommario

    Sommario: 1. I fatti di causa. — 2. L'azienda (ed il ramo d'azienda) come “complesso di beni”. — 3. La disciplina codicistica relativa ai beni aziendali in genere. — 4. Ramo d'azienda e responsabilità del cessionario ex art. 2560 c.c. per debiti anteriori al trasferimento dell'azienda. — 5. La disciplina speciale relativa ai debiti da lavoro subordinato. — 6. La disciplina dell'art. 14, D.Lgs. 472/1997 in tema di debiti tributari. — 7. La disciplina dell'art. 58, comma 5, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, per il caso di trasferimento di “azienda bancaria”.

  • 1. I fatti di causa. — La sentenza in commento rappresenta il momento conclusivo di una vicenda processuale piuttosto complicata.

    Davanti al Tribunale di Udine la “Larice carni di Pio e Paolo Larice Snc” chiama in giudizio, con atto di citazione depositato in data 29 novembre 1988, la Friudis S.p.A., poi divenuta Gros Market S.r.l., società che avrebbe precedentemente acquistato, secondo quanto sostenuto da parte attrice, l'azienda di Savoldelli Marcellino. La richiesta di parte attrice consiste nella condanna dell'acquirente al pagamento di un debito derivante da una fornitura di carne che il venditore ha nei confronti della Larice medesima.

    Parte attrice sostiene in particolare che Gros Market, in quanto acquirente dell'azienda del debitore, sia con questo tenuta in solido per il pagamento di tutti i debiti (risultanti dalla scritture contabili al momento della cessione dell'azienda) relativi all'azienda del debitore, ai sensi dell'art. 2560, comma 2, c.c..

    Gros Market resiste contestando l'affermazione per cui l'acquisto dal Savoldelli avrebbe avuto ad oggetto l'intera azienda e sostenendo al contrario di aver acquistato solamente un ramo di questa, con la conseguenza di essere obbligata in solido con il venditore solo relativamente ai debiti inerenti tale ramo.

    Il giudice di primae curae, pur riconoscendo che la cessione ha avuto ad oggetto solo un ramo dell'azienda, condanna la convenuta al pagamento di parte del debito, sul rilevo che in caso di trasferimento di un ramo d'azienda l'accollo ex lege dei debiti previsto dall'art. 2560, comma 2, c.c., ha per oggetto tutti i debiti aziendali in proporzione al valore del ramo acquistato rispetto a quello dell'intera azienda.

    La Corte d'Appello successivamente rigetta l'impugnazione della sentenza di primo grado da parte di Gros Market, accogliendo invece l'appello...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo

 

please wait

Caricamento in corso...